LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

La My Rhythm riparte a pieno regime

Il direttivo della società giallo-nera si è mobilitato per ottenere nuovi spazi adeguati alle attività del settore amatoriale

Riparte alla grande il vivaio della “My Rhythm”, scuola di ginnastica ritmica diretta dalla tecnica, giudice, docente Martina Opuratori, che riapre le iscrizioni fino ad esaurimento posti. Il direttivo della società giallo-nera carrarese si è mobilitato per ottenere nuovi spazi adeguati alle attività del settore amatoriale, spazi diversi da quelli che venivano utilizzati come consuetudine dal 2017 a questa parte, a causa di importanti ritardi o addirittura della mancata assegnazione degli stessi da parte delle amministrazioni locali. Ciò nonostante, lo staff non si è perso d’animo e ha riorganizzato le proprie attività, anche in funzione della nota emergenza pandemica, offrendo corsi per tutte le età e su più sedi: a Marina di Carrara e a Carrara per le piccolissime della scuola dell’infanzia, per le bambine in età scolare, a Carrara per le ragazze dai sedici e ai vent’anni, con l’obiettivo di far riavvicinare alla ginnastica le ex-ginnaste che l’hanno precocemente abbandonata, e ad Avenza per le ginnaste adulte.

Con grande soddisfazione ed orgoglio la My Rhythm porta il primo corso “Ritmica Over” nel Comune di Carrara ed introduce la sua disciplina sportiva all’interno della prima palestra per sole donne che ha aperto in questi giorni a Carrara, zona Stadio. Con un grande sforzo organizzativo, le lezioni si stanno svolgendo simultaneamente in palestra e anche a distanza. A breve verrà inoltre inaugurata una nuova palestra nel Comune di Luni, sede operativa per le giovani ginnaste, sia dei corsi base che della sezione agonistica. Quest’ultima, ancora in attesa di sedi ed orari definitivi, si sta allenando per un monte ore di undici ore settimanali, decisamente inferiore a quello a quello abituale, ma, grazie ad un’accurata programmazione dello staff tecnico, senza escludere nessuna componente fondamentale dell’allenamento: preparazione tecnica, fisica, coreografica e dopo sette mesi lo studio delle composizioni individuali con la musica.

La posizione sulla ripresa agonistica della My Rhythm è un po’ contro corrente: “in questo momento particolarmente caotico e complesso – commentano i dirigenti della società giallo-nera – il nostro obiettivo primario è quello di preservare la salute dei nostri associati (ragion per cui abbiamo anche totalmente escluso la ritmica a squadre dalle nostre attività, a tutti i livelli), rafforzare il gruppo, motivandolo, fornendo obiettivi a breve e medio termine di tipo tecnico e non prettamente prestazionale, e mantenere il più possibile ampia la base affinché ci sia una solidità di fondo, senza la quale sarebbe impossibile affrontare questo singolare anno sportivo. Ci stiamo muovendo affinché si sblocchino certe situazioni per consentire alle ginnaste di allenarsi nella miglior condizione possibile.”