LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Musetti battuto da Köepfer, termina qui la sua avventura nel Master 1000 di Roma

Con il punteggio di 6-4/6-0 il tedesco termina la cavalcata dell'azzurro in un'ora e dieci minuti

ROMA- Finisce agli ottavi la favola di Lorenzo Musetti agli Internazionali d’Italia, il prestigioso torneo di tennis facente parte del circuito dei Master 1000. Dopo una fantastica cavalcata che ha visto il carrarese mietere vittime del calibro di Wawrinka e Nishikori, non è riuscita l’impresa e Lorenzo si è dovuto arrendere al tedesco Dominik Köepfer.

La partita, giocata sul campo Pietrangeli, ha visto un primo set tutto sommato equilibrato con lo strappo del tedesco, numero 94 del mondo, arrivato al quarto gioco del match. Köepfer, infatti, alla prima palla break della sua partita è riuscito a strappare il servizio all’azzurro. La reazione di Lorenzo non si è fatta attendere e al quinto gioco sono arrivate due preziosissime palle del contro break, entrambe annullate dal tedesco che ha potuto così navigare tranquillamente verso la vittoria del primo parziale sul punteggio di 6-4.

Il secondo set ha visto la condizione atletica di Köepfer dominare, di fatto annullando tutte le speranze di Musetti che si è dovuto arrendere ad un netto 6-0. Così, dopo un’ora e dieci minuti di gioco, si interrompe il sogno del classe 2002 che va a casa senza rimpianti. La tecnica e la cattiveria agonistica messa in mostra in questa settimana romana non può e non deve venire dimenticata in fretta: il ragazzo ha tutte le carte in regola per trovarsi, un giorno, a lottare con i più grandi.

Appena diciottenne, Musetti ci farà divertire ancora per tanto tempo. Messa alle spalle questa favola, adesso si ritorna al lavoro con tanta consapevolezza in più e soprattutto con tante posizioni di ranking scalate. Grazie ai risultati ottenuti nel 1000 del Foro Italico, infatti, da lunedì Musetti entrerà per la prima volta in top 200 e questa centinaia di posizioni scalate faranno molto comodo per inseguire l’altro obiettivo, dichiarato da Lorenzo stesso e dal suo coach Tartarini: le qualificazioni al Roland Garros, secondo slam della stagione che si giocherà sulla terra rossa parigina.

Köepfer dovrà vedersela con Djokovic, uomo che non necessita di presentazioni, mentre un solo italiano si giocherà l’accesso alle semifinali: Matteo Berrettini, che con un doppio 7-6 si è sbarazzato di Travaglia nel derby azzurro degli ottavi.

Tutta Italia, comunque vada a finire questo torneo, parlerà ancora per tanto tempo di Lorenzo.