Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Il Trofeo Buffoni compie 51 anni: svelate le novità di questa edizione “speciale”

Gara fissata il 18 ottobre 2020 con un doppio appuntamento

MONTIGNOSO – Sembrava impossibile, ma ce l’hanno fatta: il Trofeo Buffoni si farà (seppur in ritardo). Ad annunciarlo questa mattina in conferenza stampa il presidente del G.C. Buffoni Fabio del Giudice, il delegato allo sport del Comune di Montignoso Cristiano Orsi, l’assessore Andrea Gabrielli, l’assessore Massimo Poggi, l’assessore Giorgia Podestà, il comandante della Polizia Municipale di Montignoso  Mazzino Martinelli, la responsabile Nadia Belle, il presidente provinciale della Federazione Ciclismo Italiana Ferdinando Braconi e il vicepresidente Maria Pardini.

«Sarà un’edizione speciale – anticipa Del Giudice – a causa del covid siamo stati costretti a ripensare interamente la gara, tenendo conto delle linee guida della Fci nel rispetto della salute dei partecipanti che quest’anno, per ovvi motivi saranno solamente italiani». La corsa infatti non si svolgerà, come di consueto, la seconda domenica di settembre ma il 18 ottobre prossimo e sarà suddivisa in due parti: una prova mattutina che si svolgerà interamente sul lungomare tra Cinquale di Montignoso e Forte Dei Marmi (viale a mare e parallela interna) per 90 chilometri circa e sostituirà quello che  era il “Circuito della Versilia”; nel pomeriggio invece i primi 25 della generale disputeranno una prova contro il tempo che porterà i corridori da Cinquale al Gpm della Fortezza di Montignoso sulla distanza di circa 8 chilometri. Al vincitore di questa seconda gara, verrà assegnato il premio del “Memorial Renato Pardini” per ricordare un personaggio del ciclismo stimato e amato in provincia nonchè padre della vicepresidente Maria Pardini e nonno di Christian Ferrari, responsabile e organizzatore della gara ciclistica. Il premio ufficiale del Trofeo Buffoni quest’anno verrà assegnato al miglior atleta, ossia colui che si è distinto tra i corridori della mattina e del pomeriggio. Inoltre, non mancherà la tradizionale assegnazione delle maglie colorate.

«Penso e immagino che per gli organizzatori non sia stato facile allestire e ripensare alla gara di quest’anno – ha aggiunto l’assessore allo sport di Montignoso – ma dobbiamo apprezzare lo sforzo e l’impegno di questa edizione 2020, perchè non il non voler demordere dimostra attaccamento e passione per il Trofeo». «E’ un messaggio importante e positivo quello che gli organizzatori del Buffoni hanno voluto lanciare – ha spiegato Nando Braconi – è un messaggio di speranza e di voler dare l’opportunità ai giovani di potersi rimettere in gioco, sperando che la stagione 2021 sia migliore». Invariato il numero dei giovani partecipanti: saranno  infatti 176 i corridori che si contenderanno i vari titoli, tra i quali non potrà mancare anche l’assegnazione della maglia Pantani, dedicata al grande campione scomparso nel 2004, che verrà consegnata al vincitore della cronometro individuale.

Accanto al Trofeo ci saranno poi tutta una serie di iniziative collaterali, come la distribuzione delle maglie giallo-rosa dedicate a Marco Pantani. «La forte sinergia con la Fondazione Pantani – conclude la responsabile Nadia Bellè – abbiamo parlato con la madre del campione Tonina ed era entusiasta per la riuscita della gara, cercherà di essere presente al Trofeo. Le maglie saranno distribuite a tutti gli interessati e il ricavato verrà donato proprio alla Fondazione. Vogliamo ricordare Pantani non solo come sportivo, ciclista e campione ma anche come esempio di umiltà e di uomo generoso con tutti coloro che avevano bisogno di aiuto».