LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Massese, la società ribadisce: non è in vendita

Attraverso un comunicato firmato dal presidente Nepori, l'attuale proprietà fa chiarezza sulle voci e ribadisce la propria posizione

Più informazioni su

Non c’è alcuna intenzione da parte dell’attuale proprietà della Massese di cedere la squadra ad imprenditori stranieri. Si legge chiaramente nel comunicato firmato dal presidente Gianni Nepori.
La posizione della società era nota già da tempo, ma la dirigenza ha voluto sottolineare un aspetto fondamentale: non c’è nessuna intenzione di trattare con persone esterne al territorio massese. Un dogma che sembra chiudere un’altra porta all’imprenditore indiano Bajaj che nei giorni scorsi ha continuato a mostrare il suo interesse verso la squadra bianconera, si dice programmando anche un viaggio nel capoluogo apuano.

Continua quindi il lavoro di Gassani & Co., dopo una stagione negativa, per ripartire nel migliore dei modi aspettando gli sviluppi della delicata situazione nazionale.

Di seguito il comunicato ufficiale:
“In risposta ad articoli letti inerenti a presunti acquirenti stranieri,

la U.S. Massese 1919 intende precisare una volta per tutte che la società non è in vendita e che non aprirà a nessuna trattativa di cessione, continuando il proprio percorso di crescita, sia dal punto di vista stratturale che sportivo.

La stessa società rimarca che vuole essere costituita solo da persone radicate nel territorio a conferma dello spirito “massese”, e che fin dal primo giorno la società lo ha identificato come un proprio dogma.

Ribadiamo che le porte della società sono aperte a qualsiasi imprenditore del territorio che voglia contribuire al miglioramento della nostra amata Massese, ma altresì ribadisce con fermezza il veto nei confronti di personaggi non radicati nel nostro tessuto sociale.

Si coglie l’occasione per ringraziare l’Amministrazione comunale che a chiare lettere ci ha confermato fiducia e stima, nonchè la stragrande maggioranza dei tifosi che vogliono che la Massese rimanga in mano ai massesi.”

Più informazioni su