LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Serie D, Viareggio-Massese 2-0

Guidi e Lamioni decidono il derby

Più informazioni su

VIAREGGIO 2014: Cipriani, Pedruzzi, Lucarelli, Marinai, Giovannelli, Guidi, Lamioni (39’st Lazzoni), Mattei, Vanni (47’st Guazzini), Papi, Galligani (42’st Chicchiarelli). A disp.: Carpita, Citti, Baldassari, Minichino, Di Sacco, Cerri, Guazzini. All.: Bresciani
MASSESE: Feola, Raimo, Zambarda, Mosti, Sgambato, Brondi (1’st Del Nero), Amico, Spinosa, Frugoli (8’st Taddeucci), Remorini (20’st Lucaccini), Benedetti (22’st Papini). A disp.: Maccabruni F., Pasqualini, Buselli, Della Pina, Marcellusi. All.: Zanetti
RETI: 27’pt Guidi, 58’st Lamioni
NOTE: Ammoniti Giovanelli (20’pt), Mosti (2’st), Guidi (13’st), Zambarda (23’st)

Non sono bastati gli oltre 400 tifosi massesi accorsi allo “Stadio dei Pini” di Viareggio: l’attesissimo derby tra le due squadre bianconere finisce 2-0. Una Massese deludente che non è riuscita ad arginare la riconosciuta forza degli avversari sulle fasce laterali e che oggi ha meritato la sconfitta. La squadra di casa al contrario esulta e continua la rincorsa sul Ponsacco, vincente per 2-1 sul campo del San Donato Tavernelle.

Cristiano Zanetti schiera dal primo minuto il nuovo acquisto Brondi, al posto dello squalificato Fenati, e mantiene la formazione vincente delle ultime uscite. Primo tempo privo di occasioni, con la Massese che tiene più il possesso palla ma il Viareggio è più efficace nelle ripartenze. Al 27′ vantaggio del Viareggio con capitan Guidi che non sbaglia dagli undici metri un rigore molto contestato: il guardalinee vede un fallo di mano in area di capitan Zambarda su un cross di Lamioni e alza la bandiera. Nel finale di primo tempo il Viareggio potrebbe raddoppiare ma prima Feola dice no a Galligani, e poi Mosti riesce a sventare su un pericoloso contropiede.

Nella ripresa Zanetti tenta dal primo minuto la carta Del Nero (esce Brondi) che avrebbe subito l’occasione di pareggiare ma la sua punizione è fuori bersaglio. Il tecnico massese dopo 8 minuti butta dentro anche Taddeucci ma è la squadra di casa che al 58′ raddoppia: una deviazione su un tiro da lontano di Lamioni prende in controtempo Feola per il 2 a 0. La Massese prova a reagire ma oltre ad un’altra punizione di Del Nero, a lato, non si registra più nessuna azione pericolosa fino al triplice fischio.

Più informazioni su