LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Il punto, Ponsacco e Lavagnese raggiungono in vetta il Seravezza

Che tonfo per il Viareggio in casa della neo promossa Albissola trascinata da un super Piacentini. Sanremese terza vittoria consecutiva. Miello blocca il Savona, prima vittoria San Donato.

Più informazioni su

Domani sarà già tempo di Coppa Italia, intanto inganniamo l’attesa andando ad analizzare l’ultima giornata del Girone E di Serie D. Novità in testa alla classifica dopo cinque giornate: il Seravezza pareggiando è raggiunto dal Ponsacco, che come ipotizzato si dimostra osso duro anche per la Massese, e dalla Lavagnese. Prima sconfitta per il Viareggio, mentre la Sanremese con la terza vittoria consecutiva sembra aver iniziato ad avere il giusto feeling portandosi ad una lunghezza dalla testa della classifica insieme alla sorprendente neo promossa Albissola, formazione addirittura al debutto in Serie D. Nessuna vittoria esterna, cinque successi casalinghi e quattro pareggi nella quinta giornata in cui si sono segnate 23 reti in totale e dove spicca la grandissima tripletta di Piacentini dell’Albissola che ha letteralmente affondato il Viareggio, nello stesso match doppietta di Vanni che non porta però punti agli ospiti.

Partiamo come sempre nella nostra analisi dalla Massese che cade di misura nel finale su calcio di rigore in caso del Ponsacco neo capolista. Avvio di marca locale, ma alla prima vera occasione i bianconeri passano con il talentuoso Remorini che buca Giacobbe con un gran tiro al volo su assist di Taddeucci. Si prosegue con un’occasione per parte: Pellegrini sfiora il pari, Frugoli il raddoppio. In chiusura di prima frazione ecco il pari di Gremigni bravissimo ad insaccare lo splendido assist di capitan Doveri. La Massese nella ripresa spinge e ha varie occasioni da rete che non riesce a concretizzare anche perchè l’undici di Maneschi, come da caratteristiche, si chiude alla grande, non per niente i rossoblu sono la seconda difesa meno battuta del campionato, e riparte in maniera pericolosa. Il Ponsacco cresce (pericolosi Giani e e Gremingni) mettendo sulla difensiva gli avversari e a cinque minuti dalla fine Pasqualini stende Doveri in area e il fantasista dal dischetto fissa il punto della vittoria che spedisce il Ponsacco in testa.

Testa della classifica dove i rossoblu raggiungono il neo promosso Seravezza che impatta nel derby con il Real Forte Querceta per 1 – 1. E dire che sembrava tutto in discesa per la squadra di casa dopo che già al primo giro di lancette era il difensore ex Montemurlo Fedi a sbloccare il match in favore dei verde azzurri deviando nel sacco di testa il corner calciato da Rodriguez. Il nuovo corso di mister Buglio sembra comunque iniziare a dare i suoi frutti perchè la squadra reagisce e trova il pareggio alla mezzora con il rigore trasformato ancora una volta da Ferretti. Un penalty molto dubbio e contestatissimo dai padroni di casa. Un punto che i ragazzi di Buglio si devono tenere ben stretti per ripartire anche perchè nel prosieguo della partita ecco il clamoroso palo di Bresciani e le grandi parate del portiere Fontana sui vari tentativi dello scatenato cubano Rodriguez, giocatore di un classe sopraffina. Punto “stretto” quindi per i ragazzi di mister Vangioni.

Completano il terzetto di testa i liguri della Lavagnese che non hanno difficoltà a battere l’Argentina di Arma di Taggia ancora ferma al palo in quanto a punti in classifica e in piena crisi tecnica, non ancora decisa la nuova guida in panchina dopo l’allontanamento di Carruezzo, e societaria data la possibile cessione della società. Un monologo bianconero il primo tempo sfociato nella rete del vantaggio di Gnecchi a dieci minuti dall’intervallo abile ad insaccare su assist di Raggio Garibaldi. Nella ripresa manovra più “soffocata” per i ragazzi di Venuti, ma offensivamente l’Argentina non crea pericoli e a un quarto d’ora dalla fine Gnecchi, in giornata di grazia, serve Croci e infila il bis, chiude il match e manda i bianconeri in testa.

Prima sconfitta stagionale invece per il Viareggio che cade sotto i colpi della terribile neo promossa Albissola. Al “Farraggiana” erano però gli ospiti a passare in vantaggio grazie alla rete dopo appena un minuto di Vanni. Sulle ali dell’entusiasmo i toscani giocano un ottima prima frazione di gran pressing e corsa mettendo alle strette i giocatori di Fossati, ma al 36° ecco il gol del pareggio del solito Bennati che ripete le magie delle scorse settimane con Ligorna e Scandicci e con una botta imparabile insacca il pareggio. La ripresa è di marca “ceramista” anche perchè Fossati imbriglia il gioco viareggino con alcuni spostamenti tattici, Coccolo a sinistra e Bennati spostato a destra, che risulteranno decisivi. Il vantaggio locale due minuti prima del 15° quando Coccolo da sinistra pesca Papi Yuri, conclusione ribattuta e tap – in vincente di Piacentini che inizia così il suo show personale. Il Viareggio non reagisce e dopo aver rischiato ancora su conclusione di Coccolo incassa la doppietta di Piacentini servito ottimamente dal classe 2000 Raja. Piacentini non si ferma e mette a segno anche la tripletta personale, mentre proprio al 90° ecco il secondo gol di Vanni che non sposta gli equilibri. Tre punti meritati per i ragazzi di Fossati che raggiungono proprio il Viareggio in quarta piazza a un punto dalla vetta. Le “zebre” non perdevano una gara dal 4 – 1 subito sempre in terra ligure il 30 Aprile scorso contro il Savona.

Raggiunge Albissola e Viareggio anche la Sanremese che sembra finalmente aver cambiato passo e conquista la terza vittoria consecutiva. Dopo tanti cambi alla rosa era da aspettarsi un periodo di adattamento, ma ora i matuziani sembrano tener fede alla nomea di corazzata del torneo. Il derby contro il Sestri Levante è deciso da un calcio di rigore realizzato freddamente da bomber Lauria e concesso per un atterramento del talentuoso Scalzi. Da segnalare anche un gol annullato nel finale a Lauria che batteva Adornato, salito a cercare gloria in avanti e non nuovo ad exploit sotto rete avversaria, con un pallonetto dai trenta metri annullato per presunta posizione di fuorigioco. L’estremo difensore rossoblu era comunque il migliore in campo dei suoi, mentre tra i locali brillava anche l’ottimo attaccante Lo Bosco. Vittoria meritatissima più di quanto non dica il punteggio: 14 conclusioni sanremesi verso la porta avversaria, solo due quelle dei “Corsari”.

Scorrendo la classifica un punto più sotto troviamo il Savona bloccato sul pareggio esterno dal Ligorna che raggiunge così la Massese in classifica. Un Savona presentatosi a Genova con defezioni importantissime tra le quali spiccano quelle dei bomber Gomes e Dalessandro. Schermaglie iniziali tra Mair che testa i riflessi di Fenderico e l’ex di turno Cantatore che impegna Bellussi direttamente su punizione. E’ poi Cammaroto a centrare il legno per gli ospiti prima del vantaggio messo a segno da Anselmo su assist dello stesso ex Forlì. Il pareggio locale arriva su punizione grazie al talentuoso Miello subentrato per Cantatore. Dà lì in poi Savona che schiaccia i locali i quali ci provano in ripartenza con occasione per Oneto, ma il risultato non cambia più ed ecco la divisione della posta che accontentata Monteforte e fa arrabbiare Tabbiani.

Stessi punti del Ligorna anche per il Finale che impatta a reti bianche contro la Rignanese al primo punto stagionale. Monologo giallorosso nel primo tempo con occasioni per Capra, Scalia, Sfinjari, Capocelli, Buonocore e Antonelli. Fiorentini che si difendono con ordine, ma non tentano sortite offensive. Stesso canovaccio anche nella ripresa con gol sfiorato, grazie ad una deviazione di Brenna, da Capra. A seguire ancora De Martini e Capra pericolosi, mentre l’unica occasione ospite è stato un tentativo di autorete di Leo per anticipare Degl’Innocenti, ma Porta salvava il pari che sta comunque stretto ai ragazzi di Buttu. Da segnalare il grave infortunio all’attaccante locale Vittori Youri che, subentrato nella ripresa, è dovuto uscire per la frattura scomposta di tibia e perone. A lui un augurio di pronta guarigione e ritorno in campo.

Divisione della posta tra Ghivizzano e Montecatini con la rete di Micchi sul finale di prima frazione a portare avanti i biancorossi e il gol dell’ex Montemurlo Zlourhi al 4° della ripresa. L’undici di Venturi, ex di turno dato che nella scorsa stagione guidava proprio il Montecatini, che nonostante un mercato estivo importante ancora non ingranano, mentre per i “termali” manca ancora la prima vittoria stagionale.

Prima vittoria che centra invece il San Donato Tavarnelle battendo per 3 – 2 in un scontro già dal profumo salvezza lo Scandicci. Partita dai due volti: primo tempo di chiara marca locale, ripresa tutta ospite. Vantagigo a firma del classe 98 Gabriele Vecchiarelli, abile a raccogliere una respinta avversaria sugli sviluppi di un corner e batte di controbalzo Lensi. La rete del raddoppio ancora una volta firmata dal ‘Cobra’ Giordani che raccoglie un invito di Manganelli che svetta in cielo, sotto misura l’attaccante gialloblu deposita il pallone in rete. Lo Scandicci non si vede, accusa il colpo e una splendida azione corale porta Regoli a concludere in diagonale e siglare il 3 – 0 sul cui si va al riposo. Ripresa di marca Scandicci che si vede prima annullare tra le proteste una rete a Vitale, poi accorcia all’80° con Crocetti e infine trovail 3 – 2 con una deviazione nella propria porta di Bourezza su punizione di Di Vito. Tre punti che sono ossigeno puro per la squadra di Marmorini che sale a quota 4 lunghezze, crisi profonda per lo Scandicci fermo a quota 1.

I TOP DI GIORNATA

PIACENTINI (Albissola): Strepitosa la tripletta del bomber ceramista che affossa il Viareggio che non perdeva una partita dal 30 Aprile scorso. La squadra di mister Fossati, neo promossa all’esordio in categoria, è così seconda in classifica proprio a pari merito con le zebre toscane.

DOVERI (Ponsacco): Decisivo contro la Massese il fantasista di mister Maneschi che prima offre il gol del pareggio e a cinque minuti dalla fine si procura e trasforma il calcio di rigore della vittoria. La squadra rossoblu è in testa alla classifica.

UNIONE SANREMO: Una squadra creata per vincere, ma che ha sicuramente bisogno di tempo per trovare la giusta amalgama. Contro il Sestri Levante, aldilà del risultato, una partita dominata per lunghi tratti e la terza vittoria consecutiva che lancia i matuziani ad un punto dalla vetta.

I FLOP DI GIORNATA

SCANDICCI: Prima frazione da dimenticare in fretta e risultato pesante la sconfitta con il San Donato Tavarnelle in uno scontro diretto che profumava già di salvezza. Solo un punto dopo cinque giornate.

ARGENTINA: Quinta sconfitta su cinque (sei su sei con la Coppa Italia), peggior difesa e peggior attacco del campionato, al momento senza allenatore e con la società che potrebbe presto essere ceduta. Cos’altro aggiungere? Avvio di stagione disastroso.

GHIVIZZANO: Dopo l’ottimo mercato estivo era lecito attendersi qualcosa di più dai biancorossi che invece hanno conquistato finora cinque punti in cinque partite.

CLASSIFICA MARCATORI

4 GOMES (Savona)
4 VANNI (Viareggio)
4 GIORDANI (San Donato Tavarnelle)

3 Rodriguez (Seravezza)
3 Pagnotta (Rignanese)
3 Pellegrini (Ponsacco)
3 Bennati e Piacentini (Albissola)

Più informazioni su