LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

“Una vela per la rinascita”, sabato si torna in barca

Quando la vela diventa terapia. “Una vela per la rinascita” è il progetto di ASD MAD a sostegno di donne che hanno vissuto e stanno vivendo momenti di difficoltà

MARINA DI CARRARA- Ripartono sabato 20 agosto dal Club Nautico di Marina di Carrara le attività in mare di “Una vela per la rinascita”.Un fine settimana che avrà inizio già il venerdì pomeriggio 19 agosto con l’arrivo di alcune delle partecipanti, Raffaella da Milano, Monica da Torino, Paola da Roma, Lina da Carrara, Chiara da Massa, Carolina da Carrara insieme alla fisioterapista Francesca Giunti passeranno un fine settimana e una giornata in mare dedicati alla condivisione e al benessere.
“Ciascuna delle ospiti di Una vela per la rinascita arriverà con il proprio sorriso e il desiderio di condividere momenti di gioia e lasciare a terra angosce e problemi, a loro vogliamo donare un’esperienza nuova e positiva e desideriamo farle tornare a casa con uno strumento in più per trovare ogni giorno benessere e serenità.” – spiegano Silvia Landi e Roberta Crudeli, rispettivamente presidente di ASD MAD e presidente de Il Volto della speranza onlus. Le donne che partecipano a “Una vela per la rinascita” non devono pagare nulla, tutte le spese sono sostenute da ASD MAD grazie alle donazioni e al sostegno di partner e sostenitori .Nuove sessioni sono previste nel corso del mese di settembre, con un incontro il 3 settembre e uno il 10 settembre, le date successive saranno definite compatibilmente con le condizioni meteomarine. ”
Quando la vela diventa terapia. “Una vela per la rinascita” è il progetto di ASD MAD a sostegno di donne che hanno vissuto e stanno vivendo momenti di difficoltà. Giornate in barca studiate ad hoc e dedicate in particolare alle donne che hanno subito interventi/cure per neoplasie o altre patologie invalidanti e a donne vittime di maltrattamenti.Una vela per la rinascita si propone con un approccio multidisciplinare e di volta in volta vengono coinvolte figure professionali differenti, dalla fisioterapista specializzata in riabilitazione post operatoria, alla nutrizionista specializzata in nutrizione per pazienti oncologici, alla psicologa. Le donne che partecipano alle diverse iniziative non devono sostenere spese di alcun tipo e sono costantemente seguite da professionisti.
Insieme ad ASD MAD, Il volto della speranza Onlus, che da oltre 40 anni si occupa di prevenzione e di sostegno ai malati oncologici.Per informazioni: Silvia Landi, silvia@unavelaperlarinascita.it cell. 335 540 4064. Sito internet : www.unavelaperlarinascita.it