Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Quel 7,7% di laureati grida vendetta

Non sorprende in una provincia senza neanche un "incubatore d'impresa"

Più informazioni su

La Camera di Commercio questa mattina ha diffuso i dati relativi alle aspettative di assunzioni per il mese di luglio – settembre in cui il dato per un territorio in perenne difficoltà economica è di per sé positivo: 2.480 posti di lavoro prospettati in tre mesi. Bene. Ma a veder bene il quadro non è così positivo come i numeri farebbero intendere. E quel 7,7% di richieste per laureati grida vendetta…

Naturalmente la maggior parte delle posizioni sono temporanee (il 75%) e nel settore dei servizi con il commercio e il turismo in testa, il dato che invece è più basso rispetto alla media nazionale riguarda i così detti profili “high skill” (dirigenti, specialisti e tecnici) la cui richiesta è del 13,5% contro una media nazionale del 18%.

E, ça va sans dire, i laureati sono richiesti solo nel 7,7% dei posti di lavoro. Questo è il dato più preoccupante. Perché d’accordo che è estate, e che quindi le assunzioni più stabili sono rinviate all’autunno, ma significa che la domanda di posti di lavoro qualificati, anche sotto forma di contratti a tempo, è molto bassa. Anche perché, per lo stesso periodo, la media nazionale è del 12,3% e la media regionale è del 9,8%. In tutti i casi Massa Carrara è troppo distante e purtroppo questo non sorprende. La vicina Lucca, per esempio, si attesta al 8,8% ma lì a sbilanciare il dato è la fortissima richiesta per il turismo.

PROVINCIA SENZA INCUBATORE. Come giornale stiamo provando a dare spazio ai giovani che lasciano il territorio perché non trovano qui le opportunità per costruire il loro futuro, abbiamo già sentito Giulia (leggi la sua storia) e nei prossimi giorni sentiremo altri due ragazzi. Li accomuna una gran voglia di credere nel futuro, di volersi formare e tutti hanno un legame con il loro territorio ma devono andare altrove e non solo per formarsi ma anche per lavorare.

D’altronde Massa Carrara è l’unica area della Toscana a non avere neanche un incubatore d’impresa dove far nascere e sviluppare start-up innovative o anche “semplici” nuove imprese che non siano legate ai comparti tradizionali del lapideo o della meccanica.

I DATI DEL TRIMESTRE ESTIVO

Più informazioni su