LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Ferri su piano straordinario di pulizia: «Per ora solo annunci. A Cimino chiedo di pulire zona Lavello»

L'attacco di Ferri: «La nuova assessora Guadagni  ha male interpretato il principio di "decoro urbano" (sua delega ) che non può essere perseguito solo con la pulizia del territorio, ma con interventi di riqualificazione urbana ( vedi l'area ex Mediterraneo appena acquistata dal Comune pessimo biglietto da visita per i turisti )»

Più informazioni su

CARRARA – «Non vedo purtroppo una città più pulita e neppure migliorato il decoro urbano. Insomma per ora zero azioni concrete solo annunci e distribuzioni di deleghe – interviene il consigliere Cosimo Maria Ferri, in seguito all’annuncio del piano straordinario di pulizia da parte dell’amministrazione – chiediamo rilancio e progetti su decoro urbano. La  conferenza stampa ” città pulita” non ha chiarito il punto essenziale : come s’intenda uscire dal degrado, ripulire la città. Non ho percepito nessun cronoprogramma per informare i cittadini del dove e del quando saranno effettuati i lavori da Nausicaa.

«Si tratta di una di una strategia solo per riconquistare  un ruolo istituzionale ormai già compromesso – incalza il deputato di Italia Viva – Quando i social  ci mostrano l’immagine di una spiaggia libera invasa dai rifiuti e la piazza centrale di Marina sporca  e abbandonata all’incuria , la nostra reazione naturale è : solo chiacchiere !  L’ immagine di una città sporca non lascia indifferenti i cittadini e lo sporco è  dappertutto e si nota in   diverse  strade, in  piazze e marciapiedi , quindi qualcosa non funziona. Le dichiarazioni del presidente  Luca Cimino, nominato dai 5 Stelle e prorogato di fatto dalla sindaca Serena Arrighi, a cui rivolgo un appello di intervenire e controllare la discarica abusiva realizzata al Lavello,  che  si compiace per aver iniziato il progetto ” città- pulita ” con una pulizia straordinaria di piazza Menconi di Marina di Carrara che, evidente dalle foto postate sui social,   non era mai stata pulita da anni, nonostante un corposo contratto di servizio Comune/Nausicaa» .

Le critiche del deputato non risparmiano nemmeno la neoassessore Elena Guadagni e sulla necessità di implementare il servizio ordinario di pulizia cittadina: «Ma c’ è di più – insiste dunque Ferri –  la nuova assessora Guadagni  ha male interpretato il principio di “decoro urbano” (sua delega ) che non può essere perseguito solo con la pulizia del territorio, ma con interventi di riqualificazione urbana ( vedi l’area ex Mediterraneo appena acquistata dal Comune pessimo biglietto da visita per i turisti ) ed azioni di prevenzione dei fattori di marginalità sociale. È  inoltre essenziale che la sindaca Arrighi promuova una campagna di sensibilizzazione per il rispetto delle regole  oltre che intervenire con la pulizia  del territorio che risponde ad una ordinaria e non straordinaria manutenzione della città. La Legge 48 / 2017peraltro prevede misure urgenti volte a garantire la sicurezza urbana, intesa come bene pubblico che attiene alla vivibilità e al decoro , con particolare riferimento all’articolo 50, comma 5 del TUEL, sulle ordinanze contingibili e urgenti che possono essere  adottate dalla sindaca in caso di emergenze di igiene pubblica ( vedi la carenza di bagni pubblici sia a Marina di Carrara che nelle zone e nei vicoli del centro storico di Carrara ed in zone centrali ) ma anche in merito ad incuria o degrado del patrimonio pubblico , dell’ambiente e del patrimonio culturale».

«Inoltre – prosegue Ferri – nella conferenza stampa non abbiamo sentito parlare della vivibilità urbana, con particolare riferimento alle esigenze di tutela della tranquillità e del riposo dei residenti, oltre ad una serie di misure volte a tutelare il decoro di particolari luoghi, costituiti dalle aree interne delle infrastrutture, fisse e mobili, ferroviarie e marittime e di trasporto pubblico locale, urbano  e delle relative pertinenze . Tutto questo, con possibilità di intervento anche in materia di orari di vendita, e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche.  Sul decoro urbano la sindaca Arrighi   in campagna elettorale aveva speso fiumi di parole e promesse:  non basta  la nomina di un’assessora, ma servono un piano strategico e interventi urgenti».

 

Più informazioni su