LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Si tinge ancora più di rosa la giunta con l’arrivo di Elena Guadagni, avvocato e socialista, ha la delega ai Lavori Pubblici foto

La neo assessore: «Carrara ha bisogno di strade e pulizia. Il decoro è inesistente, la città va resa più vivibile. Faccio l’avvocato in città e conosco bene le sue problematiche. Ascolterò i cittadini: insieme potremo fare un ottimo lavoro, il mio ufficio sarà sempre aperto a tutti»

CARRARA – E’ un’altra donna l’ultima assessore che completa la giunta di Serena Arrighi: socialista, avvocato, Elena Guadagni entra nella squadra di governo con la delega ai Lavori Pubblici (esclusi i progetti speciali che per legge sono legati alla delega dell ‘Urbanistica), Decoro urbano, Polizia Municipale e sicurezza urbana, Viabilità e Mobilità al trasporto pubblico locale.

«La città ha bisogno di tante cose – commenta la neo assessore Guadagni, che in passato è stata seduta nel consiglio di amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara ma che comunque non ha mai svolto incarichi amministrativi – ha bisogno di strade e pulizia. Il decoro è inesistente, la città va resa più vivibile. Faccio l’avvocato a Carrara e conosco bene le sue problematiche. Ascolterò i cittadini: insieme potremo fare un ottimo lavoro, il mio ufficio sarà sempre aperto a tutti» ha promesso.

Con la nomina dell’ultima componente della giunta e con l’assegnazione delle sue deleghe, le altre che erano rimaste vacanti sono state redistribuite tra gli altri membri in questo modo: a Roberta Crudeli,  oltre all’incarico di vice sindaco e le deleghe delle Politiche e servizi sociali e Sanità, avrà le Politiche abitative, la Disabilità e Diritti degli animali. A Moreno Lorenzini, oltre alla delega all’Urbanistica e ai progetti speciali (Pnrr) va la delega all’Ambiente e alla Transizione ecologica. Lara Benfatto alla delega allo Sport aggiunge le deleghe del Commercio, Turismo, Attività Produttive e Partecipazione e cittadinanza attiva. La delega alla protezione Civile resterà invece nelle mani della prima cittadina.

La sindaca ha poi annunciato che nel fine settimana nominerà i tre titolari di altre tre deleghe “speciali” senza portafoglio e la cui assegnazione non comporterà alcun compenso: la delega alla Memoria attiva, la delega alle Politiche giovanili e la delega di supporto alla attività della Protezione Civile.

«Altre deleghe potranno essere assegnate man mano, saranno figure che potranno essere propositive verso la giunta e saranno di provenienza dalle forze politiche della coalizione» ha spiegato Serena Arrighi che ha poi tracciato  le linee guida a cui la sua amministrazione intenderà dare seguito sul fronte della partecipazione: «Ripartiremo dal regolamento dei beni comuni varato dalla precedente amministrazione, per andare oltre, cercheremo forme analoghe ai consigli dei cittadini, verranno coinvolti e coinvolte anche ragazzi e ragazze molto giovani, ci apriremo ai cittadini i quali potranno adottare dei luoghi della città, come una piazza o una fontana di cui prendersi cura, apriremo dei percorsi partecipativi come è stato iniziato a fare con l’ex area Mediterraneo».

Sulla nomina del settimo assessore tra le fila dei socialisti, la sindaca ha assicurato rispondendo ai giornalisti: «Non cambia nessun equilibrio interno nella coalizione, siamo una squadra  con un unico obiettivo, fare il bene della città».