LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Volontariato e servizi a rischio, il consigliere regionale Bugliani: «La regione chiederà l’intervento del governo»

Giacomo Bugliani, consigliere regionale Pd e presidente della commissione Affari istituzionali, Programmazione e bilancio, interviene sui recenti allarmi lanciati dal mondo del volontariato.

Più informazioni su

MASSA – Il consigliere regionale democratico Giacomo Bugliani interviene sulla profonda crisi che stanno attraversando le associazioni di volontariato dedite al servizio di pubblica assistenza del nostro territorio e più in generale al servizio socio-sanitario. «L’allarme lanciato dalle Misericordie e, più in generale, dalle associazioni di volontariato che gestiscono i servizi socio-sanitari deve essere ascoltato – scrive in una nota il consigliere – Pochi mesi fa, concordando con le considerazioni del presidente della Misericordia di Massa, Bruno Ciuffi, avevo sottolineato l’esigenza di andare oltre la mera solidarietà. Ora la situazione sembra aggravarsi, addirittura leggiamo notizie di volontari costretti a pagare di tasca propria il carburante per le ambulanze».

Bugliani invoca, a questo punto della criticità, un aiuto concreto su scala nazionale e anticipa i contenuti di una mozione che il Pd ha intenzione di portare in Consiglio per chiedere un sostegno dal governo nazionale: “ Non tutte le risposte possono venire dalla regione – fa notare il consigliere –  il problema investe l’intero territorio nazionale, ma occorre dare segnali chiari. Come gruppo Pd in Consiglio regionale, abbiamo presentato una mozione, che sarà discussa nella prossima seduta, per chiedere alla giunta regionale di attivarsi nei confronti del governo affinché vengano adottati specifici provvedimenti volti a sostenere gli enti del terzo settore. L’obiettivo è garantire il proseguimento delle attività svolte dalle associazioni e dagli enti di volontariato che operano per la coesione sociale delle comunità toscane, rivestendo un ruolo importante all’interno del sistema sanitario e socio-sanitario regionale. Intanto, mi adopererò affinché il dialogo con le associazioni, da parte della regione, continui su livelli di collaborazione e ricerca di soluzioni».

Più informazioni su