LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Parco eolico a Pontremoli, l’interpellanza: «Che ruolo ha l’amministrazione?»

Il gruppo consiliare di Pontremoli Più chiede all'amministrazione comunale di ripetere la presa di posizione del 2013: «Respingere questo e futuri progetti analoghi di impianti eolici sul crinale, a motivo dell'impatto ambientale, anche considerando e richiamando la chiara volontà regionale espressa nel Pit»

PONTREMOLI – Per la prima volta, nel 2013, si inizò a parlare di un progetto che prevedeva la costruzione di un parco eolico sul crinale Cisa-Cirone, nel comune di Pontremoli, con il posizionamento di una decina di pale. Dopo la bocciatura del consiglio comunale di tale progetto, di nuovo nel maggio 2022, è stata avanzata una proposta simile. A tal fine, sono state convocate una serie di riunioni in cui erano presenti i proprietari dei terreni in cui il progetto prevede la costruzione del parco eolico e l’assessore del comune di Pontremoli Gianmarco Corchia.

Proprio in merito alla presenza di un esponente della giunta pontremolese, il gruppo consiliare Pontremoli Più ha presentato all’attenzione del Consiglio comunale una mozione e un’interpellanza. Nell’interpellanza i consiglieri chiedono: «Quale sia il coinvolgimento dell’amministrazione nel progetto “Eolico Popolare Pontremoli”; per quale ragione e a quale titolo l’assessore Corchia ha presenziato alle riunioni di fronte alla cittadinanza; se l’amministrazione abbia assentito al progetto, anche in via informale, alla luce della presenza dell’assessore a tutte le riunioni; alla luce della delibera di Consiglio del 2013, per quale ragione sia nuovamente stato presentato un progetto analogo, che comporta esattamente le stesse criticità in ambito di tutela del paesaggio; per quale ragione non si sia approntata alcuna forma di consultazione popolare, come un referendum, ad esempio, come citato dalla suddetta delibera, ma anche solo una adeguata pubblicità del progetto e delle riunioni con la popolazione, che invece sono state convocate con modalità particolari, con foglietti appesi alle bacheche del paese».

Mentre nella mozione, impegnano la giunta a: «confermare la posizione già assunta in passato, di volontà di tutela del patrimonio paesaggistico del crinale Cisa-Cirone, che è di fondamentale importanza per le ricadute ambientali e turistiche di una delle zone più caratteristiche e suggestive del nostro Comune; a respingere questo e futuri progetti analoghi di grandi parchi eolici sul crinale, a motivo dell’impatto ambientale, anche considerando e richiamando la chiara volontà regionale espressa nel Pit; a reperire, nel territorio comunale, una zona che possa essere destinata alla collocazione di impianti eolici, con minore impatto paesaggistico, considerando l’importanza dello sviluppo di aree di produzione energetica rinnovabile».