LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Rifondazione: «La chiusura dell’asilo “La mongolfiera” è un affronto alle donne»

MASSA – «La scelta pessima dell’amministrazione di procedere alla chiusura dell’asilo “La mongolfiera” in via Galvani è un atto a nostro avviso indecente contro le donne e le famiglie massesi». Si apre così la nota di Rifondazione Comunista sulla situazione della scuola dell’infanzia del Comune di Massa.

«Due dati. Uno studio internazionale ha evidenziato che l’Italia è il paese al mondo dove il costo per gli asili incide di più sul reddito delle famiglie, sia per i bassi stipendi sia per la poca offerta pubblica che obbliga a scelte privatistiche particolarmente costose. In Italia l’incidenza delle spese per gli asili è oltre 10 punti percentuali superiore alla media Ocse: mediamente una famiglia italiana spende percentualmente quasi il doppio di una famiglia francese. – aggiunge Rifondazione Comunista – Il recentissimo rapporto Economia della Camera di Commercio di Massa Carrara ha evidenziato l’impennarsi della disoccupazione sul nostro territorio all’11%, con quella femminile ad oltre il 15%: inoltre le prospettive per i prossimi anni sono per una contrazione economica sul territorio, quindi per un peggioramento».

«E l’amministrazione che fa? Invece di rimuovere gli ostacoli per l’uguaglianza sociale, come indica la Costituzione al secondo comma dell’articolo 3, favorendo le famiglie a basso reddito e permettendo anche alle donne di poter cercare lavoro, pensa bene di chiudere un asilo pubblico obbligando di fatto i genitori a cercare le costose soluzioni private oppure di fatto obbligando uno dei due genitori a rinunciare alla ricerca di lavoro. Come Partito della Rifondazione Comunista denunciamo questo atteggiamento classista di un’ amministrazione di destra che continua a fare scelte che colpiscono le fasce più deboli della popolazione, colpiscono nel caso particolare le donne, contribuendo di fatto alle disuguaglianze sul nostro territorio. – conclude Rifondazione – Alle operazioni di maquillage, di decoro, noi preferiamo atti concreti che combattino le disuguaglianze e creino le condizioni per vite più dignitose per tutte e tutti».