Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Ballottaggio, Ferri: accordo fatto con Caffaz. Il primo apparentamento c’è

«Arrighi priva di autonomia. In Simone, come immaginavo, c’è stata invece grande apertura su tutto. Per Carrara ho in testa solo la Serie A»

CARRARA – La prima riserva sulla questione ballottaggio e apparentamenti è stata sciolta: Cosimo Ferri sosterrà la corsa a sindaco di Simone Caffaz. La notizia è di alcuni minuti fa, quando il deputato di Italia Viva ha scritto un post sui social per annunciare l’accordo raggiunto.

«Abbiamo fatto una campagna elettorale sui temi e in mezzo alla gente. La vicinanza – ha scritto Ferri – è stata l’elemento di novità: la gente aveva bisogno di ritrovare un legame autentico con la politica. Questo ci ha premiati. Con il nostro 15,2% di voti, mi sono presentato ai tavoli dei due candidati sindaci, in due momenti diversi e, dopo aver coinvolto a ogni passo le squadre che mi hanno sostenuto, in modo trasparente: ci tengo a evidenziare questo mio metodo di lavoro, che altri non hanno. Io non ho posto alcuna condizione a nessuno, ma non ne accetto da altri. A me interessa solo Carrara».

«In Caffaz – ha evidenziato l’ex candidato sindaco – come immaginavo, c’è stata invece grande apertura su tutto, anche su una ripartenza da un progetto riformista che sia condiviso. Invece, nell’unico incontro che ho avuto con Serena Arrighi, purtroppo l’ho trovata priva di autonomia, ostaggio del suo partito: un Pd che ripropone la stessa operazione politica con i soliti schemi calati dall’alto, irremovibili, al solo scopo di prendere tutto il prendibile».

«Voglio dirlo chiaramente – ha aggiunto – perché ritengo giusto che Carrara sappia: con la solita supponenza, il Pd mi ha proposto il cosiddetto “Piano B”: ovvero, un accordo politico con cui ci assicura il contentino di qualche poltrona, ma senza apparentamento. In altri termini, il solito accordo sottobanco senza l’ufficialità dell’apparentamento. Ma il mio metodo non è questo e quindi ho detto «no» alle poltrone da piano B. L’idea di nuova politica è un’altra: dialogo, autonomia, determinazione nell’interesse di Carrara. Io non ci sto e non metto la faccia su di lei: mi spiace, cara Arrighi, ma per Carrara ho in testa solo la Serie A».

Il primo apparentamento è quindi stato reso noto. Adesso si attende la decisione dell’altro pezzo di centrodestra (Forza Italia e Fratelli d’Italia) rappresentato dall’ex candidato a sindaco Andrea Vannucci.