Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Arrighi e la sua squadra fanno chiarezza: «Non faremo apparentamenti»

La candidata: «Chi deciderà di sostenermi lo farà consapevole che un nuovo modo di fare politica è possibile, altrimenti dovrà fare scelte diverse»

CARRARA – No agli apparentamenti. E’ chiara l’intenzione della coalizione a sostegno di Serena Arrighi in vista del ballottaggio con Simone Caffaz. Nelle ultime ore, infatti, dopo che aveva iniziato a circolare l’ipotesi di un accordo imminente con la cordata Ferri-Zubbani, le forze politiche della coalizione hanno diffuso una nota ufficiale nella quale non si lascia spazio a dubbi: “i rappresentanti delle forze politiche della coalizione a sostegno di Serena Arrighi, Partito Democratico, Partito Repubblicano, Sinistra Civica Ecologista, Azione, Europa Verde e Volt, ritengono che lo strumento dell’apparentamento non sia utilizzabile per la situazione politica data, poiché modificherebbe sostanzialmente il progetto politico presentato dalla coalizione ai cittadini. Rimane aperta la disponibilità al confronto programmatico nell’esclusivo interesse della città affinché tutti possano concorrere al cambiamento di cui si sente il bisogno”.

Intanto la stessa Arrighi ha approfondito la questione sulla sua pagina Facebook. “Mi trovo costretta a far fronte a dinamiche che si allontanano dai temi cari alla città e di cui vorrei occuparmi – esordisce la candidata in un post -: sono rimasta particolarmente colpita dalle notizie che ho appreso dai giornali. Oltre a riportare informazioni prive di fondamento, ho riscontrato, con un certo fastidio, la presenza di vecchi cliché, ripresi per far intendere che una donna non può essere sufficientemente autorevole. Le decisioni importanti verranno prese da me assieme alla bellissima coalizione che abbiamo costruito. Mi chiedo solamente a chi giovino questo tipo di interventi. Lascio a ognuno di voi il compito di farsi la propria opinione. Ribadisco solamente quello che siamo e quello che abbiamo intenzione di fare. Mi sono candidata perché ho un sogno per la mia città, ho delle idee e dei progetti che abbiamo costruito con i cittadini, ascoltando le loro voci, le loro preoccupazioni e per me e la coalizione che mi sostiene conta solo Carrara e il suo rilancio. Penso che la mia candidatura possa rappresentare una vera svolta e deve servire anche per rompere certi preconcetti. Mi sono presentata con un gruppo di persone di fronte ai miei concittadini: con loro ho costruito un’alternativa credibile e così arriverò fino alla fine di questa avventura. Chi deciderà di sostenermi lo farà consapevole che un nuovo modo di fare politica è possibile, altrimenti dovrà fare scelte diverse. Per queste ragioni abbiamo deciso di non usare lo strumento dell’apparentamento ma rimaniamo aperti a confrontarci su questioni programmatiche nell’interesse esclusivo della città. Questa sono io. Per tutti, adesso è il momento di decidere con chi stare”.