Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Affluenza ore 19, il trend si conferma in ribasso per Carrara, Aulla e Zeri. Più alta a Mulazzo

La media per i quattro comuni è 35%. I seggi saranno aperti fino alle 23

MASSA-CARRARA – Si potrà votare ancora fino alle 23 di stasera, domenica, nei quattro comuni della provincia di Massa-Carrara chiamati a eleggere il sindaco e il Consiglio comunale. Si tratta di Carrara, Aulla, Mulazzo e Zeri. Come alle ore 12, anche nel dato delle 19 l’affluenza è in discesa rispetto alle precedenti comunali.

A Carrara alle ore 19 ha votato il 34% degli elettori (39% nella precedente tornata); ad Aulla il 41% (47%); a Zeri il 30% (40%). Come nel dato delle 12, si conferma il trend in controtendenza a Mulazzo: 44% contro il 41% di cinque anni fa. In totale a livello provinciale l’affluenza è stata del 35% (40%).

Riguardo l’affluenza per i cinque referendum sulla giustizia (ne abbiamo parlato qui), invece, l’affluenza a livello provinciale è più bassa rispetto alle elezioni amministrative ma più alta rispetto alla media regionale e nazionale: il dato delle 19 era al 19,95%.

Elezioni comunali: come si vota

I seggi saranno aperti oggi, domenica, dalle 7 alle 23. Hanno diritto di voto gli iscritti alle liste elettorali del comune di residenza che abbiano compiuto 18 anni entro il 3 ottobre. Potranno partecipare anche i cittadini di altri Paesi Ue che vivono nei comuni coinvolti e che si sono iscritti a una lista aggiuntiva entro lo scorso 24 agosto. Per votare occorre avere con sé un documento di identità valido e la tessera elettorale: in caso di smarrimento o esaurimento degli spazi per i timbri di avvenuta votazione, potrà essere richiesto un duplicato presso l’Ufficio elettorale del proprio comune di residenza, con il rilascio che avverrà immediatamente.

Modalità di voto: nei comuni fino a 15mila abitanti (Aulla, Mulazzo e Zeri), si può tracciare un segno sul candidato sindaco o sulla lista collegata, oppure sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco collegato. Viene eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

Nei comuni superiori ai 15mila abitanti come Carrara, invece, si può tracciare un solo segno sul rettangolo che riporta il nominativo del candidato sindaco (in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco); tracciare un segno solo sul simbolo di una delle liste; tracciare un segno sia sul nominativo del candidato sindaco che su una delle liste collegate: in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista. Altra opzione è quella del voto disgiunto, che si effettua tracciando un segno sul nominativo di un candidato sindaco ed un altro segno su una delle liste ad esso non collegata: in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata. Diventa sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno); qualora nessun candidato raggiunga tale soglia, si tornerà a votare domenica 26 giugno per il ballottaggio tra i due candidati più votati.