LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

I “giovani di ferro” non hanno dubbi: «Ferri è il sindaco perfetto per Carrara» foto

CARRARA – «Nonostante ci sia chi anziché dedicarsi alla sua campagna elettorale investe il proprio tempo a screditare gli avversari, a tentare di infiltrasi tra i comitati ed i gazebo per carpire informazioni, oppure a imbrattare manifesti e rimuoverli dagli spazi assegnati, noi tiriamo dritto fino all’ultimo forti del nostro lavoro e fieri di essere diversi da costoro». Ad evidenziare che cosa sta accadendo a due giorni dal voto di domenica per l’elezione del sindaco di Carrara, sono i “giovani di ferro per Ferri” candidati al consiglio comunale. «Evidentemente sia il nostro candidato a sindaco che noi giovani, anche se siamo partiti in ritardo rispetto a tutti gli altri, facciamo paura ai nostri avversari – sostiene Carolina Marselli della lista #PrimaCarrara – perché a differenza loro non ci affidiamo a slogan già sentiti, a false promesse e sterili proclami ma ci rivolgiamo agli elettori esponendo le nostre idee innovative e i nostri progetti concreti, che prendono spunto dal programma di Cosimo Ferri. L’unico tra i candidati in lizza per amministrare il nostro Comune – aggiunge Valentina Grassi di #PrimaCarrara – che possiede le qualità necessarie per consentire a Cararra di fare un vero salto di qualità, sia in termini politici, che socio-culturali, ambientali ed economici». L’invito della gioventù di Ferri sostenuto da sue liste civiche e dal partito socialista italiano, è quello che «nelle ore che ci separano dal voto gli elettori riflettano attentamente prima di esprimere la propria preferenza – sottolinea Alice Guidoni di #PrimaCarrara – capendo bene chi votare attraverso tutto ciò che è a loro disposizione fino a domenica compresa, giornata in cui si vota. Leggete attentamente le interviste, gli articoli dei giornali cartacei e online, guardate i video che girano sul web ed i servizi televisivi e non fermatevi alle apparenze, Chi ha veramente a cuore Carrara – ribadisce Irina Japie di #PrimaCarrara – deve avere interesse a capire chi è il miglior candidato, chi si distingue dagli altri per competenza, esperienza e per la capacità di amministrare una città, di risolvere i suoi problemi e migliorare le sue condizioni e quelle dei cittadini». Diversi gli appuntamenti pubblici nelle ultime settimane di campagna elettorale e «in tutti gli incontri che hanno avuto un pubblico limitato anche a causa delle misure di prevenzione anti Covid-19 – ricorda Damiano Fioravanti di #PrimaCarrara – Cosimo Ferri si è sempre distinto dagli altri sette candidati a sindaco, affrontando le tematiche oggetto dei confronti con quella determinazione, vivacità e modernità, che contraddistinguono la sua persona, Colui di cui ha bisogno Carrara nelle vesti di primo cittadino». Il fatto che Ferri non sia nato a Carrara «come va dicendo chi si appiglia a tutto per dargli contro – spiega Noemy Dazzi di #PrimaCarrara – non significa niente. Ferri, originario della Lunigiana, va ricordato a tutti che sia in passato che anche nel presente, per la sua professione di magistrato prima, di sottosegretario di Stato per la giustizia poi e di deputato alla Camera oggi, ha vissuto e vive Carrara più di tanti carrarini. Basti ricordare che in occasione dell’alluvione del 2014, lui a Marina di Carrara c’era, mentre molti altri carrarini doc no». Tutti d’accordo i sette giovani candidati al consiglio comunale, che «vince chi prende più voti – conclude Dario Tonlorenzi della Lista Ferri – ma se i carrarini  vogliono veramente che a vincere sia il migliore, la scelta con tutto il rispetto per gli altri candidati, preparati chi un po di più e chi un po di meno, non può che ricadere su Cosimo Ferri, il più preparato e competente per rivestire il ruolo di nostro sindaco».