Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Mobilità, sosta e decoro urbano: Caffaz presenta un altro punto del suo programma

CARRARA – Prosegue la presentazione da parte di Simone Caffaz dei punti del programma elettorale in vista della consultazione amministrativa comunale di Carrara del 12 giugno quando, sostenuto da Lega, Il centrodestra siamo noi, Capitale Carrara, Simone Caffaz Sindaco, Npsi Liberali Socialisti e Carrara Futura, si apriranno le urne per stabilire il nuovo sindaco della città. Caffaz spiega il programma relativo a mobilità, sosta e decoro urbano.

“L’attuale amministrazione e quelle precedenti – comincia Caffaz – hanno lasciato la città trascurata, a tratti abbandonata e fatiscente. Duole dirlo ma in una parola oggi Carrara è una città difficile. Noi vogliamo renderla più facile. Serviranno investimenti e pazienza ma otterremo i risultati. Molto c’è da fare per la mobilità privata classica, e cioè automobilistica e motociclistica, e per quella dolce, a piedi e in bicicletta”.

“L’arredo urbano è vecchio e trascurato – continua Caffaz – l’illuminazione è insufficiente e permangono moltissime barriere architettoniche alla mobilità dei disabili che nel 2022 risultano difficilmente tollerabili. Interventi sulla viabilità, il decoro e l’organizzazione degli spazi sono impegnativi ma sono l’essenza dell’attività di un sindaco e della sua giunta. Noi ci impegneremo a censire i problemi, pianificare la soluzione, reperire risorse anche private e realizzare concretamente nell’arco del mandato gli interventi”

“Il degrado in cui versa la città e la sicurezza di chi si muove – prosegue Caffaz – saranno le nostre priorità. Nel nostro programma che nella sua versione completa è on line sul sito internet e sui social e in forma cartacea nelle sedi dei comitati elettorali, relativamente a questo punto ci sono proposte e obiettivi, ben sedici misure che posso solo accennare. Progetteremo ed eseguiremo un piano organico per il rifacimento del manto stradale, dei marciapiedi e della segnaletica orizzontale con la consultazione e la partecipazione dei cittadini per verificare le priorità ed arrecare il minor disturbo in fase di esecuzione dei lavori”

“Risolveremo la controversia ex Montecatini – conclude Caffaz – per restituire quell’area alla disponibilità della città, individueremo aree per parcheggi di piccole e medie dimensioni, nei paesi e nei quartieri, in modo da liberare le piazze e i luoghi di ritrovo dalle automobili. In partnership con le imprese del territorio, realizzeremo un piano straordinario di arredo urbano smart e con una forte vocazione artistica. Riqualificheremo e adatteremo i marciapiedi e gli attraversamenti in funzione della mobilità dei disabili e dei passeggini”