LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Lorenzo Nicolai in campo con i repubblicani: “Il mio impegno per i giovani e per lo sport”

CARRARA – “Mi candido per mettermi al servizio della comunità e farmi interprete delle istanze di quella fetta di popolazione che rappresenta la Carrara del domani”. Lorenzo Nicolai, 32 anni, laurea in Banca e Finanza a Pisa, da 9 anni consulente assicurativo per un prestigioso marchio internazionale, si candida nella lista del Partito Repubblicano. Dopo il percorso universitario condito da un master in Risk Management e diversi anni di esperienza nel settore assicurativo, Nicolai ha deciso di aprire un proprio ufficio. Oggi, a distanza di 3 anni dall’apertura, può parlare di “scommessa vinta”.

Quanto alla scelta di candidarsi nelle file del Pri, “essa è dovuta al fatto che si tratta di un partito che ha fatto la storia della città – spiega il candidato -, un partito artefice di grandi opere, guidato da valori in cui credo e che in questa fase ha saputo rinnovarsi, dando spazio a donne e giovani, in piena sintonia con il progetto della coalizione guidata da Serena Arrighi”.

Un tema particolarmente caro a Lorenzo Nicolai è quello dello sport. “I giovani – sottolinea – vivono di passioni, ma negli ultimi anni a Carrara non hanno la possibilità di esprimerle a pieno. Chi mi conosce sa che sono uno sportivo ed un tifoso della Carrarese. Il legame al club nasce dall’amore verso Carrara: non è una mera questione di sport come potrebbe sembrare, ma un legame di sangue. Il calcio, come qualsiasi altro sport, rappresenta una grandissima opportunità di aggregazione in cui si si sente parte, anche solo per qualche ora, di una grande famiglia. Nel nostro territorio – prosegue – lo sport è una ferita aperta perché le società soffrono la mancanza o l’inadeguatezza delle strutture; gli appassionati – e soprattutto le nuove generazioni-  sono costretti, in alcuni casi, a rimanere fuori dagli impianti per ragioni di sicurezza. Pensiamo alle vicissitudini dello stadio dei Marmi, che da ormai 4 anni ha solo due settori aperti per il pubblico di casa, entrambi senza copertura; al palazzetto dello sport di Avenza, chiuso agli appassionati nonostante i successi della squadra di tennis tavolo e la passione per la pallacanestro ed infine al Campo Scuola. Quest’ultimo, oltre a presentare strutture fatiscenti, non rispetta gli standard necessari per quanto concerne la pista di atletica e la tribuna”.

“Qualora fossi eletto – chiude Nicolai – mi impegnerò per far si che a Carrara chiunque abbia a cuore lo sport, club, atleti, tifosi, possano tornare ad esprimere a pieno le loro passioni. Per raggiungere questo obiettivo sarà necessario un tavolo che coinvolga le associazioni sportive, le forze economiche della città ma anche gli stessi giovani, per farli sentire parte integrante del processo di rinascita o ammodernamento della loro città”.