LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Ex Mediterraneo patrimonio della città grazie al lavoro del M5s»

CARRARA – “L’area dell’ex Hotel Mediterraneo è patrimonio della città, grazie all’amministrazione de Pasquale, in particolare all’assessore Anna Galleni. Il gruppo consigliare del Movimento 5 Stelle Carrara, che è stato parte attiva di questo risultato storico votando compatto l’atto di acquisizione del bene al patrimonio pubblico, plaude alla conclusione definitiva dell’atto avvenuta ieri”. Così il Movimento 5 Stelle di Carrara rivendica il risultato raggiunto in merito all’area dell’ex hotel Mediterraneo, che è passata ufficialmente nelle mani del Comune.

“La città diventa quindi proprietaria di tutta l’area e dei parcheggi (che valgono da soli 2 milioni di euro e che sono stati oggetto di perizie per valutarne le condizioni prima di acquisirli) e questo permetterà il suo recupero oltre al risanamento di una ferita aperta nel centro di Marina” -interviene la presidente della commissione bilancio Nives Spattini- “Questo sarà possibile a stretto giro, in quanto l’amministrazione ha già accantonato più di 2 milioni di euro per la realizzazione di quella che potrebbe essere una piazza, un’area aggregativa all’aperto, uno skate park o quanto i cittadini decideranno che sia realizzato in quell’area grazie al percorso partecipativo che verrà avviato. Si tratta quindi di una ulteriore svolta per il nostro territorio e non l’unica, perché si unisce all’aver creato parcheggio scambiatore e via di accesso al Marble Hotel (che sblocca l’immobilismo su una struttura ricettiva ferma dagli anni ‘90) e all’aver cancellato la previsione di costruire migliaia di mq di abitazioni dentro Villa Ceci prevedendone l’esproprio nel POC e la destinazione a parco pubblico”.
“Qui sta la differenza fra il Movimento 5 Stelle Carrara – prosegue Spattini – e tutte le forze che hanno governato in precedenza o che si propongono con facce nuove ma hanno sempre le stesse persone al loro interno: il Movimento ha portato risultati tangibili e azioni collegate tra loro perché si potesse arrivare a dare risposte concrete, con risorse che non lasceranno ferite ma porteranno soluzioni.  Alle prossime elezioni questo sarà il punto su cui la città dovrà riflettere, scegliere una forza politica che in 5 anni ha cambiato molto e ha messo basi che necessitano di altro tempo per poter continuare sulla strada del cambiamento o tornare a chi ha creato il nulla che c’era a Carrara presentandosi sotto bandiere che sventolano a destra o che nascondono dietro a facce nuove le persone che hanno avuto le mani su Carrara da sempre”.