Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Albiano, convivenza con la ditta Costa solo grazie all’amministrazione Valettini»

AULLA – “Evidentemente il senso del pudore è un sentimento che non appartiene alla lista Coppelli. Avere anche il coraggio di intervenire sulla ditta Costa di Albiano Magra la dice lunga sull’incoerenza della lista che comprende gli ex Idee in Comune e la ex Sindaca Magnani e i suoi residui seguaci”. Replica così la lista ‘Aulla nel cuore’ al candidato sindaco Filippo Coppelli, che nei giorni scorsi aveva attaccato l’amministrazione uscente (ne avevamo parlato qui). “È doveroso, dunque, far sapere ai cittadini di Albiano Magra che è soltanto grazie all’azione dell’amministrazione comunale uscente del Sindaco Valettini che la convivenza con la ditta Costa è diventata possibile, con prescrizioni imposte alla ditta dalla Regione Toscana e l’obbligo di lavori di adeguamento degli impianti che hanno limitato le note problematiche, tutelando i posti di lavoro. Con buona pace di chi ha dimostrato di saper fare solo della gran confusione e niente di più, e di chi pensa di poter cambiare le cose solo perché brandisce un megafono. La credibilità delle loro affermazioni stona con i risultati di persone della lista, che fanno attività politica da decenni. Silvia Magnani negli anni da Sindaca non ha ottenuto nulla sulla problematica evidenziata dimostrando solo inadeguatezza al ruolo e immobilismo, per non parlare dell’ex consigliere comunale con megafono incorporato che tanto ha strepitato contro la ditta Costa, anch’esso senza ottenere nulla, se non continue sconfitte in sede giudiziaria di fronte al TAR.  E pensare che dal 2014 al 2016 sono stati alleati nella loro crociata contro i posti di lavoro che la ditta Costa garantisce. Nonostante ciò non sono riusciti a ottenere nulla”.

“Ora – concludono da Aulla nel Cuore – la ex sindaca e l’ex consigliere comunale con megafono incorporato sono nuovamente alleati, ma giova ricordare che quest’ultimo, come riportava la stampa locale il 3 novembre 2016, minacciava di denunciare la ex sindaca per il comportamento tenuto in occasione del rogo della ditta Costa del 31 luglio 2016. Ennesima controprova dell’incoerenza della lista Coppelli”.