Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Pnrr, l’assessore Zanti a Evangelisti: «Intervento goffo e privo di fondamento» foto

«I 2,7 milioni di euro di cui parla riguardano progetti che comprendono anche Massa. Sul sito del Ministero appare il solo nome del Comune di Carrara proprio in quanto capofila dell’ambito di riferimento»

Più informazioni su

MASSA – «Fa specie che un veterano della politica come Fabio Evangelisti abbia fatto dichiarazioni tanto approssimative, ma il suo tentativo di attaccare l’amministrazione Persiani risulta alquanto goffo e privo di ogni fondamento. Il riferimento è alla Missione 5 del Pnrr, relativa a inclusione sociale, per cui, secondo Evangelisti, il Comune di Massa non risulterebbe aver presentato progetti né ottenuto finanziamenti». Inizia così la replica dell’assessore al Sociale di Massa Amelia Zanti all’ex deputato massese (qui il suo intervento).

«Stia tranquillo il dottor Evangelisti – aggiunge l’assessore – che la nostra amministrazione non ha perso alcuna opportunità, al contrario la sua lontananza dal territorio gli ha sicuramente impedito di essere puntualmente informato sul nostro lavoro. Leggendo le sue dichiarazioni, sembra evidente che non abbia ben compreso o approfondito il funzionamento del Pnrr. Infatti, i 2,7 milioni di euro di cui parla riguardano progetti ammissibili a finanziamento per genitorialità, disabilità e povertà estrema presentabili solo dagli Ambiti territoriali sociali; sul sito del Ministero appare il solo nome del Comune di Carrara proprio in quanto capofila dell’ambito di riferimento, comprendente i Comuni di Massa, Carrara, Montignoso e la Asl. Per essere ancora più chiari, le proposte presentate coinvolgono tutti i quattro enti citati e le risorse saranno ripartite come da disposizioni ministeriali».

«L’amministrazione ha presentato poi una serie di progettualità, finanziate con altre risorse e in parte implementate sempre dal Pnrr in merito a inclusione e coesione, per un totale di 29 milioni di euro oltre al progetto “Una montagna V.i.v.a” da circa 6 milioni, anche questo approvato e i cui fondi arriveranno per la riqualificazione del paese di Casette, la realizzazione di alloggi popolari e il recupero della Filanda. In questi 29 milioni rientrano il progetto “Una colonia per A.m.i.c.a.”(all’interno del Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare), da 15 milioni di euro, per la riqualificazione della ex colonia Ugo Pisa tramite la realizzazione di student house, centro aggregativo per anziani ed uno per i giovani, una struttura “Dopo di noi” e il rifacimento della residenza sociale delle Tortore; 4 milioni per l’area ex Cat, 7 milioni per palazzo Bourdillion, 2,9 milioni per la riqualificazione dell’ex mercato di via Bastione. Tutti progetti orientati all’inclusione ed integrazione sociale con la rigenerazione e il recupero degli spazi cittadini».

«Spero di aver rassicurato il dottor Evangelisti in merito alle risorse che il Comune di Massa ha ottenuto per attuare progetti nel campo dell’inclusione e coesione, mentre in merito alle persone da lui definite “parcheggiate” ricordo che, solo in queste ultime settime, abbiamo consegnato le chiavi di dieci alloggi di edilizia residenziale pubblica ad altrettante famiglie che si trovavano nella graduatoria per l’emergenza abitativa, oltre a proseguire con le assegnazioni nella graduatoria ordinaria. Ci sono inoltre in campo altre progettualità di housing first e housing led, ancora in fase di ultimazione. Alla luce di quanto esposto, non solo l’amministrazione pone molta attenzione alle tematiche sociali, ma dà anche risposte concrete con idee e progetti a sostegno dei nostri concittadini più fragili».

Più informazioni su