Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«La Casa della Salute di Avenza ancora in alto mare a causa di promesse mai mantenute»

Sopralluogo di Fratelli d'Italia al distretto sanitario di Avenza. «Ad oggi non c'è ancora una data per la nuova progettazione»

AVENZA – Sopralluogo questa mattina, 26 maggio, al distretto sanitario di Avenza da parte del Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Diego Petrucci, componente della Commissione Sanità, insieme al coordinatore Fdi di Carrara Lorenzo Baruzzo, al candidato a sindaco di Carrara per la coalizione di Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lista Toti e alcune liste civiche Andrea Vannucci, al candidato di Fdi al consiglio comunale di Carrara Cesare Micheloni, alla candidata di Fdi al consiglio comunale di Carrara Romina Baldoni. Hanno anche incontrato un gruppo di cittadini della zona.

“La casa della Salute di Avenza è ancora in alto mare per via di promesse mai mantenute, vanno garantiti i servizi sanitari essenziali a tutti i territori toscani -ha dichiarato Petrucci- Siamo in una fase di stallo che dura da troppi anni, e ad oggi non c’è ancora una data per la nuova progettazione. Gli annunci fatti di recente dal Governatore Giani lasciano il tempo che trovano perché non si sa quando effettivamente si comincerà con la nuova progettazione. In realtà il progetto era pronto, doveva partire perché già finanziato ma la grande confusione amministrativa, della Regione e di chi in questi anni ha amministrato il Comune di Carrara, hanno fatto sì che si debba ricominciare da capo senza una data definita. Le strutture presenti devono essere recuperate, rigenerate per dare risposte ai cittadini su un contatto diretto con i medici di famiglia, su una diagnostica di livello e sulle visite specialistiche. Se si svuota la periferia di presidi sanitari si fanno due torti: ai cittadini della periferia che si devono spostare verso il centro costretti a muoversi per aver accesso ai servizi, di cui avrebbero diritto di usufruire sul proprio territorio, e si fa un torto a chi vive nei capoluoghi perché si congestiona i pronto soccorso ed i presidi sanitari.  L’area immobiliare del Distretto sanitario è perfetta per una vera cittadella della salute potendo utilizzare anche molti spazi pubblici lì presenti e attualmente solo parzialmente utilizzati. Manca, però, una seria progettazione e un’idea precisa di cosa saranno in prospettiva le Case della salute”.

“Una vicenda spigolosa che ha lasciato scoperto un servizio previsto ed essenziale -ha fatto notare Andrea Vannucci- Abbiamo assistito a 5 anni di nulla. Visto che ormai il danno c’è stato, adesso dobbiamo trovare una soluzione per accelerare i tempi. L’organizzazione prevista in occasione dell’apertura del nuovo ospedale di Massa prevedeva dei complementi indispensabili per far funzionare la sanità territoriale: non avendo sistemato il Monoblocco, non avendo realizzato la casa della Salute di Avenza e neppure quella di Carrara mandiamo in crisi l’intero sistema sanitario della zona e della provincia di Massa Carrara. Servono più strutture e più personale! La mia preoccupazione è che non si vogliano fare le strutture per non andare in contro alla necessità di maggiore personale, serve un programma straordinario di implementazione”.

“Ringrazio il Consigliere Petrucci per la sua presenza sul territorio. La Casa della Salute è rimasto un miraggio. La Regione ha avocato il diritto di mettere in vendita l’edificio del vecchio distretto sanitario di Avenza, pur essendo un edificio di interesse storico e vincolato. Petrucci saprà portare all’attenzione della Regione il caso del nostro distretto sanitario” ha spiegato Micheloni, che ha organizzato l’odierno incontro.