Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Anche Luca Vinchesi e Chiara Venturelli nella lista Serena Arrighi Sindaca foto

CARRARA – Luca Vinchesi e Chiara Venturelli candidati al consiglio comunale nella lista “Serena Arrighi Sindaca”. Vinchesi, 42 anni, commerciante oramai da venti e da poco meno impegnato attivamente nella politica locale, mosso da passione e amore per la propria città, non è la prima volta che partecipa all’elezioni amministrative perché fortemente convinto che nella vita sia necessario metterci la faccia per cambiare le cose. «Ho deciso di appoggiare Serena – spiega Vinchesi – perché credo che una donna e soprattutto una donna manager, sia quello di cui oggi abbia bisogno Carrara per ripartire, il fatto che non sia una figura politica, magari precostruita e con diverse esperienze in passato, è per me oggi un valore aggiunto, lei è una ventata di aria fresca. Una persona capace di pensare fuori dagli schemi e proporre una visione di città non convenzionale ma dinamica e proiettata verso il futuro».

In questa tornata elettorale Vinchesi ha una compagna di viaggio con il condivide il cosiddetto “santino” elettorale. Da diversi anni, lo ricordiamo, alle amministrative è possibile dare la doppia preferenza uomo-donna a due candidati della stessa lista. Ciò nasce per garantire la parità di genere. «Per me – continua Vinchesi – in questa opportunità la politica ci crede troppo poco e spesso a pagarne dazio sono proprio le donne, quale miglior occasione di questa, per dare pieno valore a questo strumento di voto e al sodalizio nato con Chiara Venturelli».

Vinchesi sogna di veder «nuovamente aperto il Politeama, se non come teatro come polo museale, è una ferita aperta nei cuori carraresi, questo dovrebbe essere il biglietto da visita della città, invece è un cantiere aperto da quasi 15 anni. Sono convinto sia arrivato il momento di accelerare sul turismo, lasciato troppo indietro nel nostro territorio, in questo senso abbiamo importanti sfide davanti a noi: sviluppo del turismo sportivo e montano, oltre a rafforzare quello marittimo. Vedo una sinergia tra un nuovo e funzionale Campo Scuola e l’adiacente polo fieristico, potremmo ospitare eventi sportivi di primo piano a livello nazionale, con benefici socio-economici per tutto il territorio. Vorrei nei primi cento giorni un nuovo piano del commercio, ne abbiamo assolutamente bisogno».

Chiara Venturelli, 48 anni, lavora come impiegata amministrativa all’Asl di Massa-Carrara. Alla sua prima esperienza attiva in politica, ha deciso di candidarsi per avere la possibilità di dare il proprio contributo a migliorare la città di Carrara in cui è nata e vive. «Ho deciso di appoggiare la candidatura di serena perché ritengo che oggi più che mai Carrara abbia bisogno di una persona nuova, capace e libera con l’entusiasmo di chi sta per intraprendere una nuova esperienza. Ringrazio Luca di avermi coinvolta in questo viaggio dimostrando concretamente di credere nella parità di genere. Dopo esserci confrontati abbiamo scelto uno slogan in latino: – spiega Venturelli – Unus X Unum, tradotto uno per uno o uno per l’altro, proprio per trasmettere un messaggio di piena parità e dignità tra uomo e donna. Sogno una Carrara più moderna e più vicina alle esigenze dei cittadini pur mantenendo e valorizzando la propria storia, cultura e tradizioni. Auspico una sanità territoriale più forte e inclusiva, che possa migliorare e ampliare i servizi già presenti in città, senza lasciare indietro le tematiche legate alla disabilità e magari realizzando la promessa Casa della Salute».