Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Campo scuola di Marina di Carrara, Azione: «Servono interventi di spessore»

CARRARA – «Il campo scuola di Marina di Carrara rappresenta da sempre un importantissimo punto di riferimento non solo per il quartiere, ma per tutta la città. Incastonato nella zona residenziale di Marina Nord, esso costituisce un fondamentale centro d’aggregazione accessibile a tutti, sia professionisti che amatori». Inizia così il comunicato stampa di Azione Carrara. Il partito, facente parte della coalizione di Serena Arrighi, chiede interventi di spessore per la struttura di Marina di Carrara.

«Tuttavia, da diversi anni, le strutture che esso offre alla popolazione hanno cominciato a risentire degli effetti usuranti del tempo e della natura che le circonda, non riscontrando tuttavia la giusta manutenzione da parte dell’amministrazione locale. In particolare, il campo da basket è dissestato in più punti del terreno di gioco; quello da pallavolo, essendo di analoga fattura, risulta rovinato sia per quanto riguarda il fondo, che per la struttura che regge la rete, mentre la pista di atletica necessita di un rinnovamento per via di danneggiamenti dovuti alle intemperie. Per non parlare dell’inadeguatezza strutturale ad accogliere gli spettatori delle manifestazioni sportive, anche di livello regionale, che la struttura può ospitare e che periodicamente ospita: tutto ciò che il campo scuola offre sono degli spalti provvisori e scoperti con una capienza di massimo 40 persone. – continua Azione – Il problema non è nuovo e l’attuale giunta comunale non è riuscita ad intervenire in maniera concreta ed adeguata in merito: si è vista la sostituzione dei soli canestri del campo da basket, la sostituzione dei cestini dei rifiuti, ma non c’è ancora traccia di un progetto che vada a riqualificare la struttura dalle sue fondamenta”. Questo tentativo dell’amministrazione locale, sommato all’investimento di 30 500 euro per l’installazione del cosiddetto “percorso salute” nella zona limitrofa (che si compone di alcune sbarre, ma soprattutto di cartelli illustrativi di esercizi a corpo libero) mette in luce l’incapacità amministrativa e l’impreparazione tecnico-sportiva della giunta pentastellata: non solo essa non è riuscita ad intervenire concretamente sulle criticità evidenti del campo scuola, ma ha anche installato attrezzi comunque ritenuti dagli stessi utenti insufficienti. Azione Carrara ha organizzato lo scorso novembre, lontani dal clima elettorale, una raccolta firme per una petizione rimasta inascoltata».

«Noi di Azione abbiamo condotto una campagna porta a porta nella zona, da cui sono emerse i già citati disagi. Il campo scuola di marina di Carrara deve diventare il suo fiore all’occhiello e necessita di un investimento di spessore da parte del Comune, sulla scia di quanto fatto a Massa. Inoltre è stato rilevato dagli stessi frequentatori intervistati che sarebbe stata più adatta (e forse anche più conveniente) una “gabbia” professionistica per la pratica del Calisthenics in alternativa al percorso salute, disciplina sempre più praticata proprio grazie alla sua facile accessibilità, in quanto non sono necessari particolari attrezzi per praticarla, e contraddistinta dalla sua capacità aggregante. – conclude Azione – È doveroso che la prossima amministrazione intervenga pragmaticamente per garantire il diritto allo sport e per incentivare l’aggregazione giovanile, due tematiche duramente colpite negli ultimi anni di Covid, e Azione insieme alla candidata Serena Arrighi è pronta a battersi in prima linea per farlo».