Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Massa, Cofrancesco all’attacco: «Solo il sindaco non vede il degrado»

MASSA  – “Anche se i consiglieri comunali non hanno l’addetto stampa pagato dai contribuenti, hanno altro a costo zero, l’ascolto dei cittadini che giornalmente denunciano quanto è sotto gli occhi di tutti  che purtroppo solo il sindaco non vede”. Ad intervenire è il consigliere comunale del gruppo misto Antonio Cofrancesco su alcuni articoli apparsi sulla cronaca locale.
“Solo il primo cittadino – prosegue il consigliere – non si accorge come sono ridotte le periferie, il degrado che regna sul litorale marinello, i passi carrabile che vietano l’accesso al mare, nel merito stiamo ancora aspettando (dopo l’ennesima interpellanza  in Consiglio Comunale) di sapere da chi sono state rilasciate le autorizzazioni.
Vogliamo parlare sull’insediazione dell’anno scorso del luna Park nell’ex parco dei conigli che  ha reso la vita dei residenti di Marina di Massa un inferno e che il varco d’ingresso del parco dove stazionava l’attrazione (per il sindaco solo un gioco per bambini come  bruco mela come più volte asserito in consiglio comunale) allargato abusivamente l’anno scorso ancora non è stato messo in sicurezza in barba a tutte le normative in vigore, quando la paesaggistica aveva intimato alla proprietà la piantumazione di circa 99 piante. Il nostro primo cittadino – rincara la dose Cofrancesco – ha un futuro come agente pubblicitario,  annuncia a più riprese il grande evento che ci sarà sul litorale delle frecce tricolori dimenticando quello che accade in via Delle Pinete dove i cittadini sono costretti a  fare lo slalom per   evitare gli avvallamenti delle radici dei pini. L’incuria sul viale a mare è sotto gli occhi di tutti, piazza Calamandrei mwglio conosciuta come parco dei Ronchi  con all’interno delle strutture in legno fatiscenti, pericolose per quei pochi cittadini che passano qualche minuto all’interno del parco, dai tanti giochi per i bambini di qualche anno fa ora ci troviamo solo a constatare che quello che era il parco che ha fatto crescere i nostri figli negli anni novanta ora è la vergogna del nostro litorale”.

Il consigliere Cofrancesco “invita il Sindaco, che in un articolo sulla stampa ha asserito che la costa per lui è a tutto tondo a visitare il parco adiacente piazza Calamandrei dove c’è una situazione di pericolo in atto, plafoniere legate a pali di legno marci che giacciono nell’erba, quello che rimane della recinzione in legno è sommersa da erbacce è sporcizia. Non c’è programmazione sulle normalissime operazioni di manutenzioni, l’erba ha sommerso le aiuole del lungo mare occupando finanche i marciapiedi, alcuni cittadini provocatoriamente hanno  indetto una gara per trovare la panchina meno pericolosa di tutto il litorale. L’uomo solo al comando senza confronto alcuno raddoppia i costi dei parcheggi, permette agli uffici di decidere sulle isole pedonali su chiusure di strade senza coinvolgere le attività commerciali e le associazioni di categoria. Un sindaco che dopo quattro anni non accetta il confronto neppure in seno alla sua maggioranza sicuramente non potrà essere riproposto per un secondo mandato, chi lo fa si assumerà le proprie  responsabilità.
Forse farebbe meglio prosegue Cofrancesco a scendere dal palazzo e a non recarsi solo in piazza stazione per dare indicazione sui lavori, (questo lo faccia fare a chi ne ha le competenze) ma a recarsi nelle periferie, luoghi da dove doveva partire la riqualificazione del nostro territorio come promesso in campagna elettorale del 2018”.

“Dalla campagna pubblicitaria Persiani sindaco emerge che anche quest’anno il grande evento (come è stato battezzato dal primo cittadino) Mercurio D’argento con un costo di qualche centinaio di mila euro sarà presente  nuovamente per un paio di giorni sul nostro territorio, chiediamo al nostro primo cittadino che queste somme, vengano messe a disposizione per far esibire durante tutta l’estate le  scuole di canto e di danza, i nostri artisti nostrani,  valorizzando così le eccellenze del nostro territorio. Le competenze hanno il loro peso, l’amministrazione Persiani  ha seminato bene in questi quattro anni? Nel 2023 vedremo il raccolto”.