LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Sgarbi a Carrara per Caffaz. Il candidato: per lui un ruolo di prim’ordine nella mia amministrazione

Cena a La Maison di Marina per il critico d'arte insieme ai ragazzi di ioApro e al direttivo locale della Lega

MARINA DI CARRARA – Un rendez-vous attorno al tavolo del ristorante La Maison di via Rinchiosa imbandito di crudo di pesce, salumi e un po’ di formaggi, il tutto annaffiato da un buon Lambrusco di cui Sgarbi sarebbe un grande estimatore: Simone Caffaz non vuole anticipare troppo ma Vittorio Sgarbi, il leader e fondatore di Rinascimento, uomo politico e conosciuto critico d’arte, in caso di vittoria di Caffaz assumerebbe un ruolo in amministrazione: «Più che a un ruolo da assessore pensavo a un ruolo tecnico, non un ruolo politico ma un ruolo di curatore di mostre, che potrebbe svolgere in modo straordinario grazie alla sua straordinaria competenza e ai suoi contatti a livello nazionale e internazionale» si lascia andare a una piccola anteprima, annunciando anche un convegno dell’onorevole Sgarbi, a Carrara, per maggio. Attorno al tavolo, assieme a Vittorio Sgarbi, ad Alessandra Caffaz, coordinatrice provinciale di Rinascimento, e i loro alleati, i ragazzi di ioApro, si sono seduti: il padrone di casa Diego Crocetti candidato nella lista di Simone Caffaz sindaco di Carrara, Nicola Pieruccini e altri dirigenti della Lega locale.

«Ho parlato con Vittorio, con cui sono amico da 15 anni, di arte e di cultura e del ruolo che Vittorio potrà avere nella nostra futura amministrazione. Questo è lo scopo principale della mia presenza ieri sera — ha ripetuto e sottolineato Caffaz, precisando — i ragazzi di ioApro, li ho ascoltati, sono alleati di Vittorio, ho ascoltato le loro problematiche e le motivazioni della loro battaglie, sono imprenditori, hanno delle aziende e come tutti i commercianti (loro sono ristoratori, albergatori, operatori turistici), hanno risentito in maniera importante della pandemia: sono loro nel cuore. Quello che dicono, prescinde dalla competenza diretta del sindaco e non voglio entrare nel merito ma sono certamente un grido di allarme. Le loro sono sicuramente istanze legittime di imprenditori che hanno visto negli ultimi due anni chiudere la loro attività. Forse hanno usato dei metodi che possono essere opinabili però è evidente il grido di allarme».

Nel 2021, assieme al movimento #IoApro, il partito Rinascimento ha presentato la lista IoApro al Rinascimento che si presenterà alle amministrative nei comuni con più di 20.000 abitanti. Nel programma c’è anche l’abrogazione del green pass e delle restrizioni introdotte contro la pandemia. Ce lo conferma anche Diego Crocetti, che i ragazzi di ioApro li ha conosciuti durante le manifestazioni a Roma, a cui lui ha partecipato battendosi contro le chiusure delle attività: «Siamo diventati amici. Sono ristoratori che vengono da tutto il Paese — ci dice — da Firenze, Pesaro e da altre città italiane. Si stanno candidando alle amministrative e il loro obiettivo è arrivare a ottenere dei rappresentanti in Parlamento. Alle manifestazioni a Roma, Sgarbi era una presenza fissa — ricorda poi il ristoratore carrarese — insieme si battono contro l’adozione delle misure anticovid, green pass incluso».