LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Azione attacca: «Degrado a Villa Ceci per l’incapacità amministrativa dei 5 Stelle»

Più informazioni su

CARRARA – La sezione under 30 di Azione Carrara è intervenuta in merito alla situazione di Villa Ceci, a Carrara, denunciandone lo stato di degrado. «È ormai da anni che Villa Ceci, luogo di storia e di cultura di Carrara, si trova in condizioni di degrado. Sin dal giugno del 2021 è stato evidenziato il pessimo stato in cui verte la dimora, in particolare sono stati segnalati episodi di abusivismo e spaccio e, ad oggi, la situazione non è cambiata», si legge nel comunicato di Azione.

«Recinti danneggiati, materiali di vario tipo in stato di abbandono, vecchi rottami, siringhe, “abitazioni” improvvisate e la presenza di un via vai di individui sospetti destano tutt’ora preoccupazione ai cittadini carraresi, i quali, comprensibilmente, sono generalmente indignati dall’assoluta noncuranza dell’amministrazione nei confronti di un ambiente che necessita di una diversa attenzione e cura. – continuano gli under 30 di Azione – Si precisa inoltre che lo stato della Villa, confinando la con una scuola media e superiore ed un asilo, arreca particolare disagio a bambini, ragazzi ed insegnanti, aumentando l’insicurezza e la sfiducia dei succitati cittadini verso le istituzioni. L’amministrazione pentastellata aveva promesso il recupero dell’area attraverso un progetto di costruzione di un parco pubblico volto a rivalorizzare la zona; tuttavia tale progetto non è mai stato realizzato. Il mancato compimento della suddetta opera dimostra ancora una volta l’incapacità amministrativa del M5S, nonché l’usuale comportamento volto a non rispettare le promesse elettorali presentate ai cittadini, in particolare relativamente alle tematiche “green”, vero e proprio cavallo di battaglia del movimento».

«Una corretta e celere risposta all’attuale situazione, passa necessariamente attraverso lo sgombero dei detriti e rifiuti presenti, una pulizia e riqualificazione dell’area, una maggiore illuminazione della zona e l’utilizzo di circuiti di videosorveglianza al fine di prevenire episodi spiacevoli per la comunità di Marina Est e per gli studenti che frequentano le scuole limitrofe. – concludono – Tutto quanto proposto rende necessario un dialogo dell’amministrazione comunale con i proprietari».

Più informazioni su