LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Pnrr, grave errore lasciare fuori la provincia di Massa-Carrara»

Il deputato di Italia Viva: «Si deve ricostruire un patto a livello regionale»

MASSA-CARRARA – “Un grave errore lasciare fuori la provincia di Massa-Carrara, perché ha grandi potenzialità in molti settori strategici e un porto che ha una posizione geografica interessante, e logisticamente costituisce un ottimo collegamento con la Liguria e l’Emilia Romagna e parte della Lombardia. Si deve ricostruire un patto a livello regionale”. Così il deputato di Italia Viva Cosimo Ferri, che a proposito di Pnrr chiede che la Regione Toscana non lasci indietro la provincia apuana. “La politica – dice Ferri – ha anche la responsabilità di creare ponti, legami, relazioni e non muri e separazioni. La nostra provincia non è una sorella minore, ma un valore aggiunto e una possibilità turistica, sociale, sanitaria per tutta la Regione Toscana. Faremo sentire la nostra voce, perché tagliare fuori questo territorio significa avere una Regione più debole. Chi decide e scrive la programmazione deve mettere al centro la regione Toscana, nessuno escluso. Il dialogo politico è nato proprio per non marginalizzare nessuno, al contrario si muove verso la rappresentanza e l’integrazione. In caso contrario la politica perderà e i cittadini si sentiranno traditi e non potranno fare che rivolgere lo sguardo a servizi e a opportunità offerte da altre Regioni. Anche Livorno, Pisa e Lucca devono prendersi a cuore la provincia  di Massa-Carrara perché insieme si può ampliare, in modo più efficace, l’azione regionale. Il presidente della Provincia ha il compito di stimolare un’azione comune con le altre Province e presentare un documento da sottoporre alla Regione”.

“Come parlamentari – spiega Ferri – stiamo lavorando da tempo con risultati significativi per finanziare la linea ferroviaria della Pontremolese: un cambio di passo concreto che guarda al futuro, a costruire grandi occasioni per il nostro territorio e per la Regione Toscana. La nostra prospettiva è quella di creare un patto per il futuro, una promessa che valga per tutti, che è il contrario dell’isolamento a cui si vuole costringere la nostra provincia. Non possiamo permetterci più delle miopie politiche”.

E sul capitolo Albiano Magra, il deputato spiega: “Anche per la realizzazione delle rampe sulla A12, al fine di garantire una viabilità dopo la caduta del ponte, ha visto il nostro territorio come protagonista, sapendo giocare un ruolo decisivo per un’azione comune tra Regione Liguria e Toscana. Questi sono i risultati da realizzare insieme, queste sono i nuovi orizzonti che uniscono e non frammentano più. La politica non deve più creare isole, ma grandi alleanze”.