Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Attacchi antisemiti a Simone Caffaz, la solidarietà di Buona Destra: «Denunci i responsabili»

MASSA-CARRARA – Si è appena conclusa la Giornata della Memoria dedicata ogni anno al ricordo della tragedia della Schwa, purtroppo preceduta ed accompagnata da episodi di intolleranza spesso anche violenti che denotano quanto la lezione della storia non sia stata ancora ben compresa e quanto ancora sia diffuso l’antisemitismo. Tra questi episodi sono ricompresi quelli denunciati ieri dal candidato sindaco di Carrara Simone Caffaz, durante il Consiglio Comunale solenne di Massa.

«Episodi – sostiene Alessandro Rossi membro del coordinamento regionale di Buona Destra- che esprimono quanto l’antisemitismo sia diffuso in ambienti politici sia di destra che di sinistra, come anche denunciato dallo stesso Caffaz, al quale Buona Destra Toscana esprime la sua più totale solidarietà e vicinanza. L’origine di questo sentimento antisemita infatti non è politica ma va attribuita ad una deficienza culturale ed educativa che induce in molti individui la costruzione di una narrazione storica distorta e totalmente distante dalla realtà, dove l’ebreo in quanto tale risulta essere il nemico da eliminare».

«Come per gli altri episodi avvenuti in Toscana in questi giorni, l’aggressione di un bambino da parte di due adolescenti a Venturina Terme e l’apposizione di un cartello che equipara le attuali disposizioni in tema di contrasto alla pandemia ai crimini nazisti, “siamo di fronte ad un un fenomeno che nella sottovalutazione generale – afferma Kishore Bombaci, coordinatore di Buona Destra Toscana – continua a esistere e a farsi purtroppo sempre più forte e radicato, sfruttando anche i social quale mezzo di diffusione e cassa di risonanza. Per contrastare questo fenomeno è necessario che tu tutta la società agisca in modo deciso. Contro ogni forma di odio razziale – prosegue Bombaci- è fondamentale l’attenzione delle Istituzioni e dei cittadini tutti e un grande lavoro di cultura e informazione seria a partire dalla famiglia, dalla scuola e da ogni luogo di socialità, e la Politica deve giocare un ruolo decisivo in questa sfida. Nello stesso tempo è necessario che oltre alle giuste espressioni di condanna morale e solidarietà, anche la giustizia faccia la sua parte e quindi persegua in modo fermo gli autori di qualunque gesto d’odio».

«A questo proposito – conclude Rossi – riteniamo opportuno che Caffaz proceda a sporgere le regolari denunce alle autorità giudiziarie, perché non si tratta a nostro avviso di dare pubblicità ma di dare un segnale a tutti coloro che pensano di poter continuare liberamente a dispensare il loro odio verso le persone attraverso chat, volantini o altri mezzi. Come Buona Destra Toscana, infine, auspichiamo che anche il Comune di Carrara adotti al più presto l’IHRA definition, che offre un primo argine importante all’antisemitismo attraverso una definizione ampia e completa che possa costituire un baluardo culturale ma anche giuridico contro ogni discriminazione e intolleranza verso gli ebrei e verso lo Stato di Israele».