Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Massa, Forza Italia vicina ai gestori dei locali: «Chiusure anticipate inaccettabili»

«Alle precedenti chiusure per Covid che hanno azzerato i loro incassi nei giorni di lockdown non possono seguire ulteriori chiusure»

MASSA – Solidarietà da Forza Italia ai gestori di bar e ristoranti massesi dopo gli ultimi provvedimenti anti-movida dell’amministrazione comunale, tra cui la chiusura dei locali a mezzanotte. “Alle precedenti chiusure per Covid che hanno azzerato i loro incassi nei giorni di lockdown – afferma il coordinatore comunale Domenico Piedimonte – non possono seguire ulteriori chiusure ad orario anticipato a causa della cosiddetta “mala movida”. A Massa, le chiusure a mezzanotte di bar e ristoranti, dai monti al mare, non sono accettabili come soluzione ai problemi di ordine pubblico di una singola piazza della città. La linea politica di Forza Italia Massa è per favorire lecitamente e trasparentemente imprese ed occupazione senza mai sottrarsi al confronto con i cittadini e le categorie economiche. Un pensiero condiviso anche dall’ultimo dei consiglieri comunali entrato di recente  nel nostro partito come Matteo Bertucci o come l’amico forzista Antonio Cofrancesco che, come nel suo stile, in questi giorni non ha mai mancato di prestare ascolto e vicinanza agli esercenti”.

“Troppo tempo però – osserva Piedimonte – sta trascorrendo da quando è entrata in vigore questa ordinanza senza che le categorie rappresentative del settore siano state accolte ad un tavolo di confronto nel quale poter esporre i propri suggerimenti e trovare insieme all’amministrazione la quadra ad una situazione che di settimana in settimana danneggia la nostra economia. E’ impensabile anche continuare a vedere clienti di ristoranti di periferia doversi alzare dal tavolo  poiché il locale deve esser vuoto a mezzanotte. Per chi come noi di Forza Italia si professa liberale e liberista è impensabile che questa situazione non trovi dei miglioramenti. Anche durante i lockdown le norme tentavano di salvaguardare più categorie possibili. E per questo talvolta si è ragionato in termini di codici Ateco”.

La proposta della segreteria comunale di Forza Italia Massa al sindaco è quella di “valutare almeno l’immediata esclusione dall’ordinanza incriminata delle attività degli esercizi di ristoranti, fast-food, rosticcerie, friggitorie, pizzerie eccetera, che dispongono di posti a sedere e identificati con codice ATECO 56.10.11 lettera a”.