Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Costo parcheggi, Piedimonte (Fi) insiste: «Aumento del 100% è troppo. Abbassiamo le tariffe»

Il coordinatore comunale dei forzisti, continua sulla sua linea: «Gli orari degli abbonamenti coincidano con quelli di obbligo di pagamento»

MASSA – Continua a portare avanti la propria linea Domenico Piedimonte, coordinatore comunale di Forza Italia Massa, per quanto riguarda la modifica delle tariffe dei parcheggi a Massa, recentemente alzate dalla giunta di centro-destra di Francesco Persiani. «Forza Italia Massa sprona sempre i propri alleati al governo della città a fare meglio. Lo fa nei pochi incontri di maggioranza ai quali viene invitata e lo fa a mezzo stampa o ancor meglio in Consiglio comunale. – scrive Piedimonte – Ed anche sulle nuove tariffe dei parcheggi Forza Italia vede che ci sono margini di miglioramento per fare in modo che le decisioni prese dalla giunta abbiano maggior connotazione di una politica di centrodestra. Diversa da quella del “tassa e spendi” portata avanti dalle precedenti amministrazioni di sinistra».

«Forza Italia è per una politica contro nuove tasse e nuovi balzelli che sovente ostacolano la crescita economica ed imprenditoriale. Come evidenziato nel programma elettorale, noi forzisti siamo sempre stati convinti dell’impellente necessità di creare dei nuovi, grandi, immensi parcheggi di cintura. Raddoppiando quelli in città e creandone di nuovi sulla costa. La mancanza dei posti auto è un vero grande limite per il turismo e gli esercenti della costa. – continua Piedimonte – Riconosciamo a questa amministrazione di aver almeno accolto la reiterata richiesta politica di Forza Italia di istituire degli abbonamenti per i parcheggi anche per i residenti del centro di Marina. Colmando così una lacuna lasciata da “quelli di prima”. A Marina ci sono persone nate a ridosso di piazza Betti e li ancora vivono. Alcuni avendo anche due o tre figli maggiorenni automuniti».

«In questi giorni abbiamo attentamente analizzato l’iter amministrativo relativo agli aumenti dei parcheggi ed in particar modo abbiamo analizzato la delibera di giunta n°401 del 23/12/2021 che quella n° 1 del 7/1/2022. Questa seconda delibera, va a modificare le tariffe degli abbonamenti che erano stati stabiliti appena due settimane prima e va anche colmare le sviste degli assessori in merito agli abbonamenti settimanali che erano stati dimenticati nella prima delibera. Al 7 gennaio la giunta ha portato a 120 euro l’abbonamento di ‘fascia A’ che al 23 dicembre aveva appena fissato in 30 euro; quello di fascia B da 30 a 60 euro e quello C da 40 euro a 90 euro (quello che fino a pochi anni fa costava 25 euro). Inoltre il 7 gennaio ha portato a 35 euro l’abbonamento settimanale che si fa ai parcometri e che fino allo scorso anno costava 15 euro. – spiega Piedimonte – Quello che non è cambiato tra una delibera e l’altra è il pesante aumento della tariffa oraria. Aumentata del 100%. Da 0,75 ad 1,50 euro. Oggi più che mai dobbiamo attrarre turisti per salvare la nostra economia e dobbiamo aiutare il piccolo commerciante ad avere clientela altrimenti questa corre verso la comodità dei parcheggi dei centri commerciali. Nel centro di Massa intorno all’ex mercato coperto sia ripristinato il disco orario».

«In un momento come questo dove l’inflazione galoppa e il costo dell’energia è appena aumentato del 50% non si può rincarare anche la tariffa oraria dei parcheggi del 100%. Cittadini e turisti dovrebbero poter spendere i loro soldi in beni di consumo e non in balzelli. Forza Italia non si scoraggia e chiede ai propri alleati di limitare l’aumento della tariffa oraria della cosiddetta Zona Gialla dagli attuali 0,75euro a non più di 1 euro. Un 30% di rincaro dovrebbe essere sufficiente. In fin dei conti, con tutti gli stalli blu ceduti ad ‘Enel X’ per l’installazione delle colonnine di ricarica elettrica il Comune il suo buon incasso dai parcheggi lo ha avuto. Chiediamo inoltre al Consiglio comunale di rimediare ad un altra svista che porterebbe tante multe ai turisti e tanto malcontento. È principalmente a loro (i turisti) che di solito è rivolto l’abbonamento settimanale che nella delibera di Giunta è individuato come ‘abbonamento D’ per le fasce Gialle, Verdi e Blu. Questo abbonamento, passato a 35 euro (sperando che i parcometri siano implementati per i pagamenti con banconote e carta di credito) ha una validità dalle 8.00 alle 19.00. Ma se l’orario degli stalli a pagamento è fino all’1.00 cosa dovrebbero fare dopo le 19 gli abbonati? Andare a pagare un ulteriore ticket ai parcometri? Anche l’abbonamento E per le attività turistiche, al di la del costo, è valido solo fino alle 23.00 e da quel momento sino alle 01.00 si è soggetti alla sorte. Se passa un vigile si prende la multa. Diciamo quindi ai nostri alleati che il bilancio comunale può essere aggiustato in più modi e non per forza con maggiori entrate dai balzelli sui parcometri. – aggiunge Piedimonte – In questo 2022 ci si può ben accontentare di aumenti della misura del 30% e non del 100%. E si ripristini il periodo di pagamento sulla Marina da maggio a settembre.  Aver esteso il periodo a pagamento anche ai mesi di aprile ed ottobre andrà sfavorire molti dei nostri concittadini che durante le belle giornate primaverili o autunnali vogliono fare due passi sulla costa. Lasciamo che quei soldi li spendano in un buon caffè o un buon gelato e saranno molti a ringraziarci».

«Forza Italia chiede, anche per buonsenso, che gli orari degli abbonamenti coincidano con quelli di obbligo di pagamento. Cioè, ove la giunta ha deciso che l’orario di pagamento termini alle 1.00 si estenda alla 1.00 anche la validità dell’abbonamento evitando quelle trappole che la sinistra ha sempre usato per fare cassa con le multe. – conclude Piedimonte -Certi che ci siano i presupposti affinchè sindaco e giunta accolgano in autonomia le richieste del nostro partito, Forza Italia Massa attenderà lealmente ancora qualche giorno prima di riformulare queste stesse richieste direttamente al Consiglio comunale tramite una specifica mozione».