Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Cofrancesco attacca Persiani: «Assurdo aumento dei costi parcheggio e chiusura dei locali a mezzanotte»

MASSA – E’ mai possibile che si continui a sbagliare senza fermarsi e riflettere sui danni che si stanno causando ai cittadini, alle attività commerciali, ma anche all’indotto turistico? L’attacco frontale all’ amministrazione massese giunge dal consigliere comunale del Gruppo Misto Antonio Cofrancesco: «Questo è un sindaco non all’altezza di gestire la città, gli ultimi fatti accaduti (chiusura dei bar e ristoranti alle ore 24, aumento delle tariffe dei parcheggi) fanno capire come vengono considerati, cittadini e lavoratori da parte di questa amministrazione. Mi rivolgo ai consiglieri di maggioranza che, insieme al sindaco in consiglio comunale, hanno votato compatti, favorevolmente, approvando la pratica dove era inserito anche l’aumento delle tariffe dei parcheggi. Voglio ricordare a me stesso e ai miei colleghi di maggioranza, che la nostra campagna elettorale del 2018 era improntata anche sulla riduzione dei costi dei parcheggi per alleggerire in primo luogo i cittadini da ulteriori spese, ma anche per agevolare il turismo nella nostra Marina. In un periodo come questo, dove molti concittadini devono fare i conti per capire come arrivare a fine mese, l’amministrazione Persiani pensa come far cassa, fregandosene altamente dei problemi economici che attanagliano il nostro paese, tirando fuori dal cilindro, un aumento sui costi dei parcheggi, che va oltre ogni giustificato motivo che si voglia dare, avvicinandosi ai costi delle tariffe delle Cinque Terre e per alcune fasce anche più alti di quelli della Versilia. Questi sono i risultati di un’ennesima presa di posizione scellerata, da parte di questa amministrazione comunale, che invece di aiutare i cittadini, dopo i tanti aumenti subiti (gas, energia elettrica), va ad aggravare ancora di più una situazione economica già al collasso.»

«Vogliamo parlare della chiusura dei bar e ristoranti alle ore 24? – prosegue Cofrancesco – Persiani dovrebbe spiegare ai cittadini cosa centra chiudere alle ore 24 il ristorante di Marina di Massa piuttosto che quello di Altagnana. La movida cittadina, e parliamo perlopiù di quella in piazza Mercurio, deve essere controllata dalle Forze dell’Ordine, deputate al controllo del territorio. Caro sindaco, noi non accettiamo che le responsabilità di una gestione approssimativa di una città, si ripercuotano sulle attività commerciali. Per questo daremo battaglia in consiglio comunale, presentando un’interpellanza per chiedere l’immediata revoca di questa assurda ordinanza, di costituire un tavolo di confronto permanente tra associazioni di categoria, cittadini residenti, amministrazione comunale e Prefettura. Solo con il confronto e il buon senso si potrà riuscire a far rinascere la nostra città.»

«Le imposizioni – conclude il consigliere – sono frutto di debolezza, questo ultimo atto di forza, messo a segno da questa amministrazione contro chi lavora è la prova lampante che dopo circa quattro anni di governo non si è riusciti ad arginare episodi che in molte città vengono combattuti
serenamente con la presenza di telecamere e l’impiego delle Forze dell’Ordine. In chiusura ci tengo a puntualizzare: suggerimenti li abbiamo, questi sono stati acquisiti ascoltando giornalmente i cittadini residenti e le attività presenti sul territorio, ma purtroppo non veniamo ascoltati, sapete il motivo? Perché non siamo avvezzi a dire “signor sì, sindaco”.»