Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Arci Trentuno Settembre contro Aiazzi: «Da condannare, ha espresso un pensiero pericoloso»

MONTIGNOSO – In merito alle parole espresse dalla consigliera comunale di Fratelli d’Italia Manuela Aiazzi in riferimento alla morte di un ragazzo di 18 anni mentre svolgeva delle attività di alternanza scuola lavoro, interviene il Circolo Arci Trentuno Settembre: «Sono inaccettabili, per questo chiediamo al consiglio comunale di Montignoso di condannarle in maniera decisa e compatta e al tempo stesso di sottoscrivere il Manifesto della comunicazione non ostile già approvato dal Comune di Massa. Non si può ignorare tale citazione a ridosso della Giornata della
Memoria, né si può stendere un velo pietoso laddove si radica un pensiero estremamente pericoloso, che lascerebbe indurre a pensare che qualsiasi condizione di lavoro debba essere accettata senza proferire parola. Non sarà un manifesto a contrastare questa visione deformata del
concetto di libertà che esprime la consigliera di Fdi, è altresì fondamentale, infatti, a nostro avviso, che tutte le sigle sindacali del territorio promuovano progetti di formazione sui diritti del lavoro nelle scuole, specie negli istituti professionali dove sono presenti le fasce più esposte ai ricatti occupazionali, per questioni di classe. È con la cultura dei diritti che si contrastano tali derive, è con la consapevolezza di poter chiedere aiuto e rifiutare certe “offerte di lavoro” che si creeranno veri posti di lavoro, più rispettosi della dignità umana.»