Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Carrara 2022, la “supercoalizione”: «Piena delega a Caffaz per definire i confini dell’alleanza»

«Proviamo a estenderla ulteriormente per puntare alla vittoria sin dal primo turno»

CARRARA – La “supercoalizione” di centrodestra in vista delle amministrative a Carrara dà pieno mandato a definire i confini dell’alleanza ed eventualmente ad ampliarli ulteriormente al candidato a sindaco Simone Caffaz. Questo in estrema sintesi il contenuto di un comunicato firmato dai nove gruppi (Nicola Pieruccini per la Lega-Salvini Premier, Riccardo Bruschi per Forza Italia, Diego Nespolo per Cambiamo con Toti, Eleonora Violante per il Nuovo Psi, Antonello Pelliccia per il Partito Liberale, Alessandro Nicodemi per Verdi Italia per Carrara, Massimiliano Bernardi per Alternativa per Carrara, Massimiliano Tedeschi per Capitale Carrara e Luciano Tonarelli per Carrara Futura) che compongono l’alleanza che si è formata lo scorso giugno e che, un mese più tardi, ha indicato come candidato alla carica di primo cittadino l’ex presidente dell’Accademia.

“Entrando nella seconda metà di gennaio – affermano i partiti e i movimenti che compongono la coalizione – il tempo che precede la presentazione delle liste e delle coalizioni è ormai quantificabile in poche settimane. Fortunatamente la nostra alleanza ha individuato il candidato a sindaco sin dallo scorso mese di luglio e in tutti questi mesi abbiamo potuto lavorare, assieme a Simone Caffaz, a costruire una coalizione ampia, forte e in grado di vincere le prossime elezioni comunali”.

Dopo il bilancio di quanto fatto sino a oggi, i vertici della “supercoalizione” definiscono i prossimi passaggi che dovranno esserci nelle prossime settimane: “Adesso diventa necessario e urgente – sostengono – definire i confini dell’alleanza, nel tentativo, se possibile, di provare a estenderla ulteriormente per puntare alla vittoria sin dal primo turno. Siamo consapevoli della difficoltà di questo proposito e del fatto che fino a oggi i nostri appelli a Fratelli d’Italia e alle altre componenti civiche sono caduti nel vuoto, così come del fatto che ad oggi non è stato presentato né a noi né alla città alcun progetto politico alternativo al nostro, al di là di qualche bizzarra indiscrezione giornalistica che vorrebbe addirittura l’ex vicensindaco del Pd candidato della componente più a destra del centrodestra”.

Di qui il pieno mandato a Simone Caffaz di compiere l’ultimo tentativo di accordo e successivamente definire i  confini della coalizione. “Intendiamo quindi rinnovare i nostri appelli – affermano dalla Supercoalizione – proprio per l’importanza storica della prossima competizione elettorale e incaricare a questo scopo proprio il nostro candidato a sindaco Simone Caffaz che, avendo la delega e la piena rappresentanza di tutte le nove forze della coalizione, potrà capire meglio di chiunque altro se i confini della coalizione potranno essere allargati da subito oppure se bisognerà aspettare l’eventuale ballottaggio”.