Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Carrara 2022, i 5 Stelle contro Zubbani: «Ha trascinato Giani in una gaffe istituzionale»

Il Movimento contro l'ex sindaco e consigliere del governatore sui vaccini: «Preso dalla foga elettorale»

Più informazioni su

CARRARA – “Quando sente l’aria di campagna elettorale si trasforma e come un lupo mannaro davanti alla luna, sfodera artigli e canini , pronto a tutto pur di prevalere sul suo avversario. E così accantonati tutti i protocolli istituzionali acquisiti durante la sua lunga esperienza ai vertici dell’amministrazione e il suo doppio mandato da sindaco, in barba ai principi del rispetto e della collaborazione tra enti, il consulente della campagna vaccinale della Regione Toscana Angelo Zubbani ha deciso di portare il governatore Eugenio Giani in visita all’hub vaccinale di CarraraFiere (di passaggio in città nella sua trasferta ad Albiano Magra, dove ha varato la campata centrale del nuovo ponte sul Magra), quello che avevano deciso di chiudere per mesi, senza invitare il sindaco Francesco De Pasquale”. Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle commenta così lo scivolone di Zubbani, a seguito dell’uscita a mezzo stampa della notizia della visita del Presidente della Regione e del suo consulente a CarraraFiere. I penta stellati evidenziano che la gaffe di Zubbani “è doppiamente grave perché De Pasquale, oltre a essere il primo cittadino della città dove si trova il centro vaccinale, è anche presidente della conferenza zonale dei sindaci sulla sanità e su questo tema rappresenta dunque l’intero territorio”.

“Preferiamo pensare  che l’accaduto sia da attribuire alla foga elettorale di Zubbani, alla sua voglia di fare propaganda a quel sodalizio PD-Psi-Italia Viva espressione più di un triste passato che di prospettive future, alla sua sete di visibilità per dire ‘conto ancora qualcosa” continuano i cinque stelle “Non vogliamo credere che l’esclusione di De Pasquale sia una censura dovuta al fatto che, a suo tempo, il sindaco di Carrara aveva apertamente criticato la decisione della Regione Toscana di chiudere hub vaccinale e centro di tracciamento, con tanto di lettera al governatore, sottoscritta dai sindaci di Massa e Montignoso”.

Il riferimento dei penta stellati è alla lettera con cui il 15 settembre 2021 De Pasquale e i colleghi spiegavano alla Regione Toscana che Carrarafiere era “lo spazio più idoneo e funzionale dell’intera Asl per proseguire una campagna vaccinale non ancora completata e che nei prossimi mesi potrebbe essere necessario incentivare in previsione di ulteriori richiami o dell’introduzione dell’obbligo vaccinale. Se si valuta la presenza, negli stessi spazi, dell’hub vaccinale e del centro di tracciamento – scrivevano i sindaci apuani – in rapporto al numero dei vaccini somministrati, è facile intuire che la struttura di Carrara Fiere è quella che meglio ha risposto in termini di efficienza e di costo per vaccino somministrato”.

“Come abbiamo visto il tempo ha dato ragione a De Pasquale – concludono dal gruppo consiliare – Giani e Zubbani sono stati costretti a un clamoroso dietro front sull’hub vaccinale. Dalle cronache pare che sia in arrivo il secondo, altrettanto clamoroso, sul centro di tracciamento. Nel rimettere in fila le tappe di questo ‘apri e chiudi’ fatto sulla pelle e sulle tasche dei cittadini, certo vien da pensare che il governatore e il suo consulente abbiano escluso il sindaco di Carrara proprio per non sentirsi dire «ve lo avevo detto»”.

Più informazioni su