Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Hub Carrarafiere, si infiamma la polemica. La Lega ai 5 Stelle: «Metadone per l’Imm»

Le segreterie comunali di Massa e di Carrara: «Centinaia di migliaia di euro spesi per i lavori, per riscaldare il padiglione, persino per l'affitto»

MASSA-CARRARA – «Dopo non essere riusciti a salvaguardare né a rilanciare l’Internazionale Marmi e Macchine, i 5 Stelle carrarini hanno ben pensato che la soluzione migliore per salvare la faccia sia quella di usare i soldi dei cittadini per dare il metadone al complesso fieristico». Le segreterie comunali della Lega di Massa e di Carrara rispondono al Movimento 5 Stelle che aveva puntato il dito contro Elisa Montemagni, consigliera regionale del Carroccio, per aver presentato un’interrogazione in Regione sull’opportunità di trasferire nuovamente a Carrarafiere l’hub vaccinale del vecchio ospedale di Massa.

«Metafora azzeccata – evidenziano dalla Lega – in quanto trattasi dei soldi della sanità, quindi delle nostre tasche, che l’Asl ha dovuto sborsare per creare e mantenere l’hub vaccinale in una struttura che non è nata per quello scopo. E non si parla di bruscolini, ma di centinaia di migliaia di euro spesi per i lavori, per riscaldare il padiglione, persino per l’affitto. E quando la Lega “osa” chiedere il conto totale di questa scellerata scelta e il numero delle vaccinazioni somministrate giorno per giorno, cosa fa il “caro” Movimento? La butta in caciara e in partigianeria territoriale: Carrara contro Massa. Ma non erano forse loro quelli attentissimi ai soldi dei cittadini? Non erano loro che volevano superare le antiche divisioni? Pare tutt’altro. La realtà è che col peggior trucco politico si cerca di nascondere l’insuccesso».

«Noi ci chiediamo sulla base di cosa il consigliere Montesarchio basa le sue informazioni: ha forse parlato con gli operatori sanitari? O le sue affermazioni sono forse un mero spot elettorale in vista delle elezioni ormai vicine? Se nulla avessero a temere, si unirebbero anche i 5 Stelle nella richiesta fatta dalla Lega, ovvero di vederci chiaro e con dati alla mano. Sorprende oltretutto che la voce dei 5 Stelle parta dal neo eletto consigliere provinciale Montesarchio, che le suddette dinamiche dovrebbe averle studiate per preparare la sua candidatura; ma si sa, per i 5 Stelle fino a ieri l’altro le province erano ente inutile e da rimuovere, forse da qui deriva la loro ignoranza. Per il bene di tutta la comunità locale, invitiamo i 5 Stelle a non farsi trascinare dai campanilismi fini a se stessi e auspichiamo che comincino a lavorare sui temi concreti: ad esempio sulla possibilità di utilizzare le strutture già in possesso dell’Asl e quindi di sicuro più economiche, a prescindere che siano situate a Massa o a Carrara».