Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

I 5 Stelle rispondono a Pieruccini (Lega): «Dal Pnrr 10 milioni di euro per 4 interventi vitali»

CARRARA – Qualche giorno fa, l’amministrazione comunale di Carrara è stata attaccata da Nicola Pieruccini, rea, secondo il commissario provinciale della Lega, di non essere stata in grado di cogliere l’opportunità rappresentata dai fondi del Pnrr. Dopo la conferenza indetta dall’assessore Andrea Raggi, è arrivata la risposta anche del Movimento 5 stelle carrarese, che in una nota scrive: «È di qualche giorno fa l’uscita roboante a mezzo stampa con la quale Nicola Pieruccini e la Lega di Carrara hanno accusato l’amministrazione comunale di aver sprecato l’occasione del Pnrr perché non è stata in grado di portare a casa neppure un centesimo. Lette le graduatorie, carte alla mano, niente, non avevano trovato Carrara neppure mettendosi d’impegno».

«Ma la verità è un’altra, Carrara ha portato a casa 10 milioni di euro grazie al finanziamento di 4 importantissimi progetti: la ricostruzione della scuola media Buonarroti, la completa riqualificazione della piscina di Carrara, l’importante intervento che riguarderà l’area di Bonascola fra ex campo sportivo, ex ludoteca e nuova rotatoria e l’intervento aggiuntivo su Palazzo Pisani a Carrara. – spiegano i pentastellati – Ben 10 milioni e 4 interventi che la Lega non ha visto. Allora vogliamo essere d’aiuto a Pieruccini ed evitargli altre figuracce e anticipiamo che Carrara ha anche visto finanziato il progetto per la piantumazione di 160 nuove alberature in tre distinte aree, per un totale di circa 300.000€ nell’ambito del “Programma sperimentale di interventi di adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano”».

«Per fortuna l’amministrazione a 5 stelle ha fin da subito messo in atto verifiche e interventi per garantire la sicurezza delle scuole del comune e questo permetterà alla Lega, come già a molti alunni, di iscriversi con tranquillità a qualsiasi scuola elementare del territorio per imparare a leggere, – concludono i 5 stelle – certi di frequentare ambienti sicuri come mai erano stati prima del nostro ingresso in amministrazione».