Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Carrara 2022, Lega: «Avanti con Caffaz. Chi si vuole unire è ben accetto, ma non daremo la coalizione in subappalto»

«Se Vannucci vuol venire, le porte sono aperte; se qualcuno del centrodestra vuole andare con lui e fare la sua ruota di scorta, lo faccia. Ci rivedremo al ballottaggio»

CARRARA – “Avanti con Simone Caffaz fino alla vittoria: chi si vuole unire è ben accetto, ma non daremo la coalizione in subappalto a settori del civismo”. Nicola Pieruccini, commissario provinciale della Lega, in merito alle indiscrezioni che stanno circolando in questi giorni su una possibile candidatura di Andrea Vannucci come candidato a sindaco. “Dopo anni di lavoro sul territorio volto alla costruzione di una credibile alternativa al malgoverno della sinistra e a quello a 5 stelle – dice Pieruccini – da dicembre del 2020 la Lega ha dato vita a un percorso di aggregazione assieme a Forza Italia, Cambiamo con Toti e a tre liste civiche, costituendo una vasta coalizione che comprende la gran parte del centrodestra e significativi settori del civismo, del centro e della sinistra moderata. Nello scorso mese di luglio, dopo oltre 30 riunioni convocate con cadenza settimanale a cui gli amici di Fratelli d’Italia non hanno mai partecipato per una scelta legittima ma incomprensibile e immotivata, abbiamo
individuato – in accordo con i vertici nazionali e regionali – in Simone Caffaz il nostro candidato a sindaco, ritenendolo un amministratore capace e competente ma soprattutto la persona che, più di altri, avrebbe potuto rappresentare un’alleanza tanto ampia, variegata e trasversale e ampliarla ulteriormente. Da allora il suo e il nostro sforzo è andato in questa direzione: mentre realizzavamo una serie sul programma, si sono uniti alla nostra coalizione il Nuovo Psi, il Partito Liberale e Verdi Italia per Carrara, oltre a una numerosa serie di altri rappresentanti del mondo civico, del centro e della sinistra moderata, di cui abbiamo comunicato per il momento solo in minima parte i nomi. Il percorso di anni che abbiamo costruito, la coalizione che si è formata, il candidato che
abbiamo scelto non sono mai stati e non saranno mai in discussione”.

“Siamo quindi massimamente disponibili – continua il leader provinciale della Lega – ad allargarci e ad aprirci ulteriormente ad altre forze politiche e civiche che possano condividere il nostro progetto politico, i nostri ideali e il nostro programma, ma non a dare in sub-appalto a terzi la gestione delle prossime elezioni comunali e rinunciare a tutto il lavoro fatto fino a oggi. Innanzitutto perché riteniamo vincente la nostra proposta, secondariamente perché, come abbiamo sempre detto, essa è inequivocabilmente alternativa alle amministrazioni del presente e del passato che hanno ridotto la città nelle condizioni che sono davanti agli occhi di tutti. A tal proposito ribadiamo che non abbiamo nessun pregiudizio verso le persone, e tanto meno verso Andrea Vannucci, e con lui siamo sempre stati disponibili al dialogo, ma di qui a candidare a sindaco del centrodestra quello che è stato per dieci anni il vicesindaco del centrosinistra ce ne corre. Se qualcuno in seno al centrodestra, e non alla nostra coalizione, ritiene di subappaltare a un pezzo del civismo ex Pd le prossime elezioni comunali lo faccia, ma non chieda a noi di
prestarci a un progetto suicida. Non intendiamo snaturarci, derogare ai nostri valori e ai nostri programmi, se qualcuno vuole aderire al nostro progetto è ben accetto ma, come più volte detto in pubblico e in privato ad Andrea Vannucci, non siamo noi a dover andare come ospiti in una coalizione di cui non si capiscono i confini e i connotati”.

“Se Vannucci vuol venire, le porte sono aperte; se qualcuno del centrodestra vuole andare con lui e fare la sua
ruota di scorta, lo faccia. Ci rivedremo al ballottaggio, dove noi siamo certi di arrivare. Noi andiamo avanti con la nostra coalizione, con il nostro candidato e proseguiamo a scrivere il programma in modo partecipato con i cittadini e, senza pregiudizi, con tutte quelle forze politiche e civiche che vogliano portare un contributo reale al cambiamento e al rilancio della città”.