Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Fondi Pnrr, la Lega attacca il Comune di Carrara: «Perso il treno». Ma Raggi annuncia 10 milioni

Il commissario del Carroccio, Pieruccini: «Ora abbiamo tempo fino a giugno 2022 per adempiere a questi impegni». Palazzo civico ha convocato una conferenza stampa

CARRARA – «Il doloroso flop dell’amministrazione grillina sui finanziamenti del Pnrr purtroppo è scritto nero su bianco in un decreto reso noto un paio di giorni fa». Inizia così il commento di Nicola Pieruccini, commissario provinciale della Lega, sui primi fondi stanziati dal Pnrr che, a quanto sembrerebbe, vedono esclusa la città di Carrara. «Abbiamo perso il treno. Quelli che hanno distrutto Carrara perché incapaci, stolti ed arroganti hanno perso la prima tranche dei fondi dedicati a progetti per migliorare la città perché non hanno presentato progetti entro settembre 2021. – commenta la Lega – Ora abbiamo tempo fino a giugno 2022 per adempiere a questi impegni, altrimenti rischiamo di perdere anche il 30 per cento residuale dei fondi. Ormai è cosa nota che l’assessore Andrea Raggi fa il giullare di corte facendo sparire e riapparire progetti inesistenti e milioni di euro inventati e, nonostante la vuota e falsa propaganda, finora ha messo in mostra l’incapacità di gestire e programmare la risorse importantissime per la rigenerazione urbana. Senza troppi giri di parole la Lega Salvini Premier chiede che sia lo stesso Andrea Raggi ad ammettere gli sbagli e le carenze del suo operato e che cominci a mettersi al lavoro per recuperare la situazione sfuggita di mano».

«Allo stesso tempo la Lega Salvini Premier suggerisce all’assessore 5 Stelle di informare la popolazione e favorire la partecipazione dei cittadini e delle associazioni di categoria nelle decisioni che riguardano la gestione del nostro territorio e, inoltre, c’è pure un problema di trasparenza. – aggiungono dalla Lega – Infatti, secondo la legge, l’amministrazione ha l’obbligo di pubblicare lo stato dell’arte di eventuali progetti se esistono, invece, come abbiamo notato, nonostante il continuo stimolo delle opposizioni sui metodi oscuri da medioevo dei 5 Stelle, il tema della poca trasparenza torna ciclicamente in discussione senza aver ricevuto mai risposte. Tornando al piano, l’ultimo giorno del 2021 è purtroppo comparsa la graduatoria dei finanziamenti per le opere di «rigenerazione urbana» che si spartiranno i fondi messi a disposizione dalla legge di bilancio per il 2020. In gioco c’erano 3,4 miliardi da spendere per ridare vita e connessioni sociali alle periferie e alle aree degradate. Nell’allegato al decreto del 31 dicembre firmato dal ministro dell’Interno Lamorgese, tra i 483 Comuni titolari delle 1.784 opere coperte dal finanziamento statale non abbiamo trovato il Comune di Carrara. Il punto, ovviamente, è che per questa trance abbiamo perso il treno. La Lega Salvini Premier insiste nel ricordare che il tema dei finanziamenti del Pnrr assume un significato in più perché in Toscana arriveranno anche risorse per 12 miliardi di euro: questo significa, a livello di investimenti, avere la più grande opportunità di sviluppo del territorio dal dopoguerra».

«Alla luce di quanto accaduto va da sé che è già stato perso troppo tempo per prepararci a questa opportunità e raccogliere le proposte per mettere mano alle risorse attraverso una programmazione condivisa, partecipata ed inclusiva del territorio nella sua totalità. – concludono dal Carroccio – Solo così possiamo sperare in investimenti concreti e funzionali al rilancio, perché la rigenerazione urbana è uno dei filoni chiave del Pnrr ed il decreto con i fondi residui per i progetti locali è la principale porta d’ accesso al Recovery. La Lega Salvini Premier dice basta all’inefficienza dell’apparato 5 Stelle, basta a giochini e giochetti pre-elettorali perché rischiamo che la porta per il rilancio rimanga chiusa per sempre».

La risposta alla Lega, però, sembra non tardare. L’assessore Raggi ha infatti convocato per domani, martedì 4 gennaio, una conferenza stampa per presentare l’esito dei due bandi “Programma sperimentale di interventi di adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano” e “Progetti di rigenerazione urbana anni 2021-2026” che nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza hanno assegnato al Comune di Carrara oltre 10 milioni di euro.