Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Asfaltare la pista dell’aeroporto di Marina di Massa per non rimanere bloccati a 20 anni fa»

Forza Italia: «È l'unico dei sei scali minori (Lucca, Siena, Grosseto, Arezzo, Elba) ad avere ancora questo grande handicap»

MASSA – «L’asfaltatura della pista dell’aeroporto di Marina di Massa è una richiesta che il centro destra porta avanti da oltre venti anni. Punto fondamentale del programma di Forza Italia negli ultimi decenni oggi diventa un occasione da cogliere al “volo” grazie alla mozione che è stata presentata in consiglio comunale e che verrà votata lunedi prossimo». Inizia così la nota della segreteria comunale massese di Forza Italia che ritorna sull’argomento della pista dell’aeroporto di Marina di Massa dopo la mozione presentata in consiglio comunale.

«Coscienti che l’intera maggioranza del centro destra desidera la valorizzazione dell’intera area aeroportuale (compresi hangar e zona commerciale) e che per raggiungere tale obiettivo si è affidata ad un concorso di idee dal quale far emergere un eventuale project-financing, il coordinamento comunale di Forza Italia Massa grazie con al sostegno dei  consiglieri comunali Bertucci, Benedetti, Cagetti, Guadagnucci e Cofrancesco, chiede che intanto venga asfaltata la pista. È ormai anacronistico avere una pista di atterraggio e decollo fatta di erba e brecciolino ed in Toscana il nostro aeroporto è l’unico dei sei aeroporti minori (Lucca, Siena, Grosseto, Arezzo, Elba) ad avere ancora questo grande handicap. Negli ultimi 20 anni tutte le piste sono state asfaltate anche con soldi regionali o nazionali. Il Comune di Massa negli anni 90 stanziò già i fondi necessari all’asfaltatura ma allora ancora c’era chi voleva fare di quell’area qualcosa di diverso. – continuano da Forza Italia – Oggi, tramite il Pnrr o in qualsasi altra forma, anche a debito, l’amministrazione ha secondo noi il dovere di fare un passo concreto nella salvaguardia di ciò che può essere un vero volano per il settore turistico e per nuove iniziative con dirette ricadute occupazionali di alto valore aggiunto. Un aeroporto efficiente attirerà investimenti privati e pubblici. In esso sarebbe facile istituire la scuola aerea, attività di manutenzione di aeromobili e ristoro. Ma anche imprese legate all’industria aeronautica e  imprese legate al turismo».

«È sotto gli occhi di tutti che ci sono città che non possiedono un aeroporto e stanno cercando di realizzarlo ex novo. È quindi nostro dovere valorizzare ciò che abbiamo da circa un secolo. Gli attuali aeromobili necessitano di piste sempre più corte per atterrare e decollare e la nuova tecnologia abbinata ad una pista in asfalto, consentirebbe una drastica riduzione dei rumori poiché si alzerebbero sempre più in verticale senza più passare  rasenti sulle costruzioni che negli anni purtroppo sono state create a ridosso del campo di volo. La miglior aderenza e scorrevolezza della pista asfaltata consente al traffico aereo un avvicinamento e allontanamento a quote più elevate con immediato beneficio in termini di rumore e sicurezza del volo ad immediato beneficio della comunità privata e commerciale che circonda l’aeroporto. Allo stesso modo si avrà una minor permanenza sulla pista cioè corsa di decollo e di frenata più corta che comporta immediatamente un minor tempo in cui i motori restano accesi (Non c’è bisogno di essere tecnici per capire che la differenza tra terreno e asfalto è abissale ; basti pensare a una auto che frena sullo sterrato e una che frena sull’asfalto e gli aerei sono più pesanti e con freni molto più piccoli rispetto alle auto). Una pista asfaltata consentirebbe da subito di avere anche degli aerotaxi che con un biglietto dal costo inferiore ai 200 euro a persona porterebbero i turisti all’interno degli aeroporti maggiori come Pisa, Firenze e Bologna. Questa è la realtà che caratterizza già alcune città. Ad esempio dalla lontana periferia di Roma, si può prendere già oggi un aerotaxi al costo di 140 euro ed essere in pochi minuti nell’aeroporto di Fiumicino. L’asfaltatura dell’aeroporto di Marina di Massa e successivamente il suo intero ammodernamento,  può essere il vero volano di un turismo soprattutto di qualità. Sarebbe utile e funzionale per l’intera Versilia. Ma soprattutto potrebbe esser una fonte di nuova ricchezza per la nostra comunità. È assodato che l’attuale aeroporto se fosse appartenuto al patrimonio di un privato, oggi darebbe lui una enorme rendita. Perchè allora il pubblico non deve saper trarre profitto da reinvestire nella propria città da un bene così importante ed invidiato? Quanti soldi avrebbe già potuto portare in dote alla città un bene come l’aeroporto qualora fosse stato valorizzato nella stessa maniera che avrebbe fatto un privato? Soldi che potevano e potranno esser reinvestiti nel sociale ed in altre opere utili alla città. – aggiungono – La comunità avrà i benefici dell’indotto generato dai lavori di riqualificazione ma soprattutto vedrà aumentare la redditività dell’immobile sia in conto capitale sia come rendita (canone di affitto) sia (aspetto certamente non trascurabile) dell’immagine. Tutti gli introiti di tale infrastruttura sono direttamente a beneficio del comune che può marginare il massimo sull’attività svolta all’interno della infrastruttura Quello che già 20 anni fa dicevamo e cioè che “non è la pista ad adattarsi agli aeromobili ma saranno gli aeromobili ad adattarsi alla pista” è davanti agli occhi di tutti: La mobilità si sta spostando da terra in aria e in questi anni sono gia realtà i droni, gli elicotteroplano che se progettati per trasporto metropolitano sono  una occasione per il nostro territorio, per la mobilità  sia in ingresso che in uscita di persone e cose favorendo l’integrazione del nostro territorio a tutto il circondario ricco di attrazioni naturali (cave di marmo, isole, alpi, grotte ) e di città d’arte e di magnifici borghi».

«Forza Italia Massa – conclude – è quindi fiduciosa che il consiglio comunale saprà cogliere lo spirito della mozione spronando l’amministrazione a compiere il primo e vero importante passo per la valorizzazione dell’aeroporto Massa-Cinquale. Asfaltare la pista per aiutare la nostra economia a decollare».