Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Piazza a San Carlo, costi raddoppiati. Toccherà alla prossima amministrazione risanare i conti?»

Il collettivo Massa Città in Comune attacca la giunta Persiani: «Ci saremmo aspettati maggiore prudenza nello spendere soldi pubblici con progetti slegati da una visione futura del territorio. L'assessore Baratta dovrebbe stare più attento a come escono i fondi dal suo bilancio perché, se le entrate comunali si stanno riducendo, vorremmo capire come viene fatto il controllo sui soldi spesi dai lavori pubblici»

MASSA – «Il rifacimento della piazza di San Carlo è costato il doppio di quanto preventivato nel 2019 dalla giunta Persiani. Se questo è il metro nella gestione dei lavori pubblici, in soli tre anni, c’è di che preoccuparsi. Siamo arrivati a quasi centosessantamila euro fra opere, panchine, progettisti e imprevisti sforando pesantemente le previsioni, ma mancano ancora i costi per l’inserimento della fontana prevista dal progetto. Ci saremmo aspettati maggiore prudenza nello spendere soldi pubblici con progetti slegati da una visione futura del territorio. L’assessore Baratta dovrebbe stare più attento a come escono i fondi dal suo bilancio perché, se le entrate comunali si stanno riducendo, vorremmo capire come viene fatto il controllo sui soldi spesi dai lavori pubblici». A denunciare è il collettivo Massa Città in Comune che attacca l’amministrazione comunale sui lavori della piazza a San Carlo.

«Anche Persiani non ci sembra per niente il buon padre di famiglia che vanta di essere, l’estetica del cemento su cui sta fondando il suo agire politico ha dei costi per tutti noi. Ci preoccupa anche lo sforamento dei costi preventivati per la riqualificazione di piazza Garibaldi e chissà quali altri progetti sono nella stessa direzione. Persiani, Baratta, Guidi e il dirigente Della Pina metteranno di tasca loro la differenza fra il costo previsto e quello effettivo? Oppure toccherà alla prossima maggioranza nel 2023 risanare i conti pubblici del comune di Massa?».