Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Bruschi sotto accusa per il suo post: «Nella Carrara che vogliamo non c’è spazio per questo»

CARRARA – «Come Movimento Giovanile della Sinistra e come giovani che si impegnano nella costituzione di una società basata su equità e dignità umana troviamo vergognoso e inaccettabile il post su Facebook di Riccardo Bruschi, coordinatore comunale di Forza Italia». Inizia così la nota con cui la sezione di Carrara del Movimento Giovanile della Sinistra ha espresso la propria condanna nei confronti di quanto dichiarato da Bruschi. Dichiarazioni sulla famiglia tradizionale che hanno scatenato polemiche proveniente da tutta Italia.

«Parlare in maniera cosi meschina di una minoranza, descrivendola come promiscua e contro natura è un offesa all’intelligenza della cittadinanza, nella Carrara che vogliamo non dovrebbero avere spazio cattiverie di questo tipo. L’ ordinamento laico dello Stato ci impone di difendere i valori di uguaglianza e rispetto, di condannare con fermezza l’arretratezza e il bigottismo di alcuni soggetti. – prosegue Mgs – All’indomani della bocciatura del Ddl Zan, la politica locale deve dare il rispetto e la sicurezza che il Parlamento ha scelto di negare ad un intera comunità. Crediamo che vada insegnato l’amore per l’altro e la fratellanza tra umani, siamo aberrati da dichiarazioni di questo tipo, è indecente pensare di vedere la città amministrata da chi cova idee antidemocratiche di questo tipo».

«Le cittadine e i cittadini vanno tutelati a prescindere da orientamento o identità di genere, – concludono – il medioevo è concluso tempo ormai».