Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

4700 ore di sport nelle scuole con i professionisti del Coni. È partito “Gioco Sport”, il nuovo progetto del Comune di Massa

Circa 52000 euro verranno stanziati per favorire l'attività motoria fin dall'asilo. Balloni: «Un messaggio importante per i bambini. Crediamo che lo sport possa fare del bene»

MASSA – Lo sport per far crescere in maniera sana i ragazzi. Lo sport per portare valori sani di educazione e competizione, fin dai primi passi dei bambini. Lo sport e le scuole a braccetto, dall’asilo in sù. Questo lo scopo e l’obiettivo del progetto ideato e finanziato dal Comune di Massa. “Gioco Sport”, il nome, i bambini il destinatario di una serie di iniziative che l’amministrazione comunale massese ha intrapreso a fianco del Coni. A presentare le importanti novità per quanto riguarda le ore di sport dei bambini delle scuole dell’infanzia e elementari massesi sono stati l’assessore allo Sport del Comune Paolo Balloni, il sindaco di Massa Francesco Persiani e il delegato Coni provinciale Vittorio Cucurnia, in una conferenza stampa svoltasi all’interno della Sala Giunta, al terzo piano del palazzo civico.

«Abbiamo plasmato sull’esigenze della città questo progetto. – ha spiegato l’assessore Balloni – Un progetto attraverso il quale l’amministrazione porta lo sport nelle scuole, già attenzionato nel 2019 ridistribuendo le ore nelle classi delle scuole elementari e dell’asilo per andare a coprire più classi possibili. Quest’anno però abbiamo fatto uno sforzo ulteriore perchè ci sono state alcune criticità legate ai progetti analoghi promossi a livello regionale e a livello di Coni. In poche parole c’è stata una scarsa partecipazione delle scuole per quanto riguarda i progetti regionali e ministeriali, quindi ci saremmo ritrovati con le scuole sguarnite di progetti sportivi. Noi, per far sì che lo sport arrivi in tutte le classi, abbiamo modificato il nostro progetto inserendo nuove risorse. E siamo risuciti a coprire tutti».

E le risorse di cui parla Balloni per il progetto “Gioco sport” sono i 52.000 euro che il Comune di Massa ha stanziato per aumentare il numero delle ore di sport a scuola dalle 1000 (circa) del 2021 alle 4700 che i ragazzi potranno svolgere nel 2022. Un investimento importante, volto a dare un’impronta decisa nel mondo della scuola e dello sport. La cifra spesa prima che da novembre 2021 partisse il nuovo “Gioco sport” era di 15.000 euro. Circa quaranta mila euro investiti nell’attività motoria dei più piccoli, all’ombra di una pandemia che aveva bloccato lo sport di base, rendendo difficile per tutti, a maggior ragione per i bimbi, praticare attività motoria. «Siamo felici di poter dare un segnale tanto importante in questa fase di ripresa, – ha aggiunto Balloni – soprattutto importante per i bambini. Avremmo avuto delle carenze per quanto riguarda lo sport nelle scuole, abbiamo voluto fare qualcosa».

«L’assessore Balloni sta facendo un ottimo lavoro nei suoi settori, fra cui quello dello sport che per noi non è meno rilevante degli altri. – ha dichiarato il sindaco Persiani – Anzi, lo sport nelle scuole e l’attività motoria ha una connotazione anche politica perchè il centrodestra nella sua politica nazionale ha sempre dedicato molta attenzione all’argomento. Noi, insieme al Coni che ci sostiene, grazie alla professionalità del delegato provinciale Cucurnia, abbiamo un grande obiettivo: sostenere lo sport nella scuola. Una scelta che vogliamo fare perchè crediamo nello sport e negli elementi positivi che può portare a livello psicologico e fisico nello sviluppo armonico che affrontano i ragazzi. Lo sport porta ad un’educazione a tutto tondo, non solo per il singolo ma anche per tutta la classe. Sono contento che l’amministrazione sostenga questo progetto».

Assieme ai bimbi, nelle scuole massesi, ci saranno circa 30 professionisti scelti dal Coni, tutti laureati in Scienze Motorie. In tutto, saranno 159 le classi che gioveranno del lavoro di questi professionisti. Classi di quasi tutti gli istituti comprensivi pubblici (per ora solo Casone e Puliche non hanno aderito al progetto) e di 3 istituti paritari. «Il Comune di Massa si è fatto promotore di un’iniziativa che va a colmare le carenze. – ha detto Vittorio Cucurnia, delegato provinciale del Coni – Lo sforzo economico del Comune è notevole e l’impronta data all’attività sportiva è importante. Gioco Sport è un progetto che è stato portato ai primati nazionali. Il Coni ci ha ringraziato e fatto i complimenti. Il progetto è nato qui, circa 25 anni fa, e poi è andato a livello nazionale. Siamo stati i piloti di questa cosa e il Comune di Massa si è fatto capofila perchè è quello che ha investito di più. E parliamo di investimenti e non di spesa, perchè con questi fondi dei bimbi verranno formati. Soprattutto dopo questa situazione del covid, i bimbi hanno avuto più problematiche da affrontare e fare sport e socialità può aiutarli ad uscirne. Come Coni siamo soddisfatti di questa proposta. Questa volta Massa ha fatto delle cose che gli altri non hanno fatto. Questa volta ci hanno copiato. Il bello crea il bello, a valanga e, per esempio, adesso anche a Carrara stanno incominciando a fare qualcosa».