Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Elezioni provinciali, meno di un mese al voto: 245 grandi elettori. Ecco come funzionerà

Il prossimo fine settimana dovranno essere presentate le candidature. Il Pd vuole la riconferma di Gianni Lorenzetti

MASSA-CARRARA – Continua a girare le pagine il calendario delle elezioni per il rinnovo della carica di presidente e consigliere provinciale di Massa-Carrara in programma il 18 dicembre 2021. La seconda scadenza, dopo la convocazione dei comizi elettorali, era fissata al 18 novembre con la pubblicazione del numero degli aventi diritto al voto alla data del 13 novembre scorso: la “foto” della situazione è stata scattata dai segretari generali dei 17 comuni che hanno certificato gli elettori, ovvero sindaci e consiglieri comunali.

L’ufficio elettorale della Provincia ha raccolto tutte le comunicazioni e ha quindi approvato la lista degli aventi diritto: in tutto “i grandi elettori” sono 245. Il corpo elettorale è formato da 17 sindaci e 228 consiglieri comunali. Questo numero, che fissa anche la quota di firme necessarie per la presentazione delle candidature a presidente e delle liste per il consiglio, è comunque soggetto a verifica fino al giorno precedente le elezioni, per eventuali cessazioni, dimissioni o altri motivi.

Il voto, come noto, è ponderato sulla base di un coefficiente attribuito dall’ufficio elettorale prima dell’esame dei verbali dello scrutinio tenendo conto del numero degli abitanti, degli elettori e dei criteri di calcolo stabiliti dalla legge 56 del 2014 che ha riformato le Province. Questo significa, ad esempio, che il voto di un elettore di un determinato comune ha un peso diverso rispetto a quello di altri.

Sono cinque le fasce in cui è stato suddiviso il corpo elettorale. La prima (fino a 3000 abitanti) è formata da 8 comuni per 88 elettori che votano con la scheda azzurra (Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Mulazzo, Podenzana, Tresana e Zeri). La seconda (da 3000 a 5000 abitanti) è formata da 3 comuni per 39 elettori, scheda arancione (Fosdinovo, Licciana Nardi e Villafranca in Lunigiana). La terza (da 5000 a 10000 abitanti) è formata da 2 comuni per 26 elettori, scheda grigia (Fivizzano e Pontremoli). La quarta (da 10mila a 30mila abitanti) conta 2 comuni per 34 elettori, scheda rossa (Aulla e Montignoso). La quinta e ultima mette insieme le due città maggiori (Carrara e Massa) con 58 elettori (scheda verde).

Il prossimo termine nello scadenzario elettorale riguarda la presentazione delle candidature a presidente e consigliere all’ufficio elettorale della Provincia: sabato 27 novembre (dalle 8 alle 20) e domenica 28 novembre (dalle 8 alle 12).

Le candidature

Se sul fronte del centrodestra ancora non è chiaro chi si presenterà come candidato a presidente, dal centrosinistra i giochi sembrano fatti: il Pd ha fatto sapere che sosterrà la candidatura del presidente uscente, Gianni Lorenzetti. Riportiamo di seguito la nota.

La direzione del Partito Democratico di Massa Carrara riunitasi online nei giorni scorsi, ha ringraziato il presidente Andreani e il segretario Manenti per la conduzione del partito durante il loro mandato, ed ha sottolineato la grande opera di consolidamento e rinnovamento del partito stesso in chiave provinciale, che è stata il faro che ha guidato, con ottimi risultati, il lavoro e l’impegno del segretario territoriale.
In un momento in cui il PD si appresta a celebrare il proprio congresso, la direzione ha esortato il segretario Manenti a proseguire nel suo operato al fine di completare la ristrutturazione del partito, e delineare una nuova classe dirigente per lo stesso. Dopo che negli ultimi 4 anni il PD ha dovuto fronteggiare ben 3 scissioni (Art. 1 – Italia Viva – Azione sono tutti nati da costole del PD) con conseguente flusso di consensi e risorse umane, è stato un lavoro complesso mantenere una classe dirigente adeguata ed un consenso sempre crescente anche in una piccola provincia come la nostra.  Per queste motivazioni la direzione sosterrà un congresso in continuità di linea politica e, dove possibile, di persone che ben hanno operato, privilegiando nel ricambio generazionale i Giovani Democratici, affinché si formino attraverso responsabilità e spazio di azione.
Nella stessa riunione di direzione provinciale, il Partito Democratico si è espresso all’unanimità per la ricandidatura di Gianni Lorenzetti a presidente della Provincia di Massa-Carrara. Vogliamo sottolineare come anche questo passaggio sia stato preceduto politicamente dall’opera del segretario che ha riunito i sindaci del PD e di tutto il centrosinistra per costruire il massimo supporto provinciale al sindaco, appena riconfermato, di Montignoso.
E’ stato riconosciuto unanimemente l’ottimo lavoro svolto dal presidente e dalla sua giunta, che hanno raccolto un ente che doveva essere smantellato e svuotato delle sue funzioni, riportandolo, al contrario, ad essere un pilastro portante della vita amministrativa territoriale. E’ evidente la qualità dell’impegno che Lorenzetti ha profuso nella sua Presidenza tanto da essere la Provincia al primo posto in Italia per finanziamenti raccolti per l’edilizia scolastica, e presa ad esempio su tutto il territorio nazionale.
La direzione oltre ad essere unanime nell’approvare la ricandidatura, ha voluto anche ringraziare personalmente il presidente Lorenzetti, anch’egli collegato online, per le sue doti umane e politiche che si sono ampiamente manifestate anche nella sua riconferma a sindaco di Montignoso.