Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Ennesimo cambio di gruppo. Mai vista una cosa del genere in 25 anni di Consiglio comunale»

Dopo la decisione di Roberta Dei di passare alla Lega, interviene il presidente Stefano Benedetti: «L'altra cosa su cui dovremmo riflettere, è la crisi della lista 'Persiani Sindaco', che, poi, si è disciolta al sole»

MASSA – «In 25 anni di Consiglio comunale a Massa, non ho mai visto un consigliere cambiare gruppo. In tre anni ne ho visti tanti». Inizia così l’intervento del presidente del Consiglio di Massa e membro di Forza Italia, Stefano Benedetti, per commentare il passaggio della consigliera Roberta Dei (eletta nella lista del partito di Silvio Berlusconi) al gruppo della Lega (qui l’articolo). Il passaggio non è il primo che avviene nel corso di questa consiliatura.

«La cosa su cui bisogna riflettere – afferma Benedetti – non è tanto il cambio di casacca, ma che questo fenomeno è avvenuto solo in maggioranza, infatti, in minoranza, a parte la defezione di Sergio Menchini, che ora sarà costretto a ripristinare “Alternativa Civica”, nessuno della minoranza si è spostato di gruppo e qua forse è una questione di coerenza nei confronti degli elettori. L’altra cosa su cui dovremmo riflettere, è la crisi del gruppo Persiani Sindaco, prima lista elettorale che, poi, si è disciolta al sole. Chiediamoci come mai. Ma non dimentichiamo la costituzione di “Massa Civica”, fatta a totale insaputa di Forza Italia, ora, palesemente fallita».

«Oggi Forza Italia – prosegue il presidente del Consiglio comunale – ha tre consiglieri comunali che francamente, e lo dico senza presunzione, sono forse i più affidabili, esperti e coerenti. Proprio sulla base di ciò che è accaduto in Consiglio e che accadrà in futuro, credo che il nostro gruppo consiliare non debba essere disposto ad aprire le porte a chiunque voglia entrare, perché magari non trova collocazioni varie o perché le ha perdute. Non è più una questione di numeri, ma di qualità. Chi è vago, disorientato, astratto politicamente, deve sapere che il gruppo consiliare di Forza Italia non è alla ricerca di numeri e consiglieri, ma di soggetti validi, seri, corretti, pronti ad affrontare un percorso politico di rinnovamento del nostro partito, proiettato verso una politica a favore del popolo e alla ricerca di consensi».