Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Acque agitate nel centrodestra, Bruschi: «Lega non attacchi Fi, abbiamo proposto per primi Caffaz»

Il coordinatore comunale di Forza Italia interviene: «Stiamo solo cercando, con il contributo di Emanuele Ricciardi, di aggiungere allo schieramento gli alleati storici di Fratelli d'Italia ricompattando il centrodestra»

CARRARA – «Mi trovo costretto a fare alcune precisazioni visto che il mio partito e la nostra linea sono state messe in discussione dagli amici ed alleati della Lega cui ribadisco tutta la mia simpatia e comunione di intenti». È Riccardo Bruschi, coordinatore comunale di Forza Italia a Carrara, a intervenire nel dibattito che si è aperto dopo il commissariamento del partito azzurro e la nomina al vertice di Emanuele Ricciardi. «Tuttavia li esorto – afferma Bruschi – a non fare attacchi nei nostri confronti, a non commentare questioni interne al nostro partito, e a discutere e confrontarci nelle sedi opportune gli argomenti interni alla coalizione, come si fa in una politica seria e matura».

«Ribadisco – sottolinea – che Forza Italia ha proposto per prima e poi sempre sostenuto Simone Caffaz come candidato a sindaco, e non ha mai indicato altri nomi, essendo questo lui oltretutto persona che proviene dal nostro partito, e ci fa piacere che venga riconosciuto dalla coalizione il valore della nostra classe dirigente, la più moderata e preparata. Anche a Roma e Milano avevamo Bertolaso e Albertini ed è stato un errore della coalizione non candidarli in base a logiche di sola appartenenza politica».

«Forza Italia adesso sta solo cercando, con il contributo di Emanuele Ricciardi, di aggiungere allo schieramento gli alleati storici di Fratelli d’Italia ricompattando il centro destra, ma anche di coinvolgere altri movimenti alternativi alla sinistra rappresentata dal Pd, persone moderate che però non apprezzano atteggiamenti o personalità dai tratti estremi. Insomma – conclude Bruschi – stiamo cercando di agganciare e unire rimanendo fedeli alla linea di Simone Caffaz, questo e il modo per vincere, quindi invitiamo anche gli alleati ad adottare questo atteggiamento anzi che aumentare conflittualita ed allontanare persone e gruppi politici».