Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Aggressione, Mallegni (Fi): «Basta essere morbidi con questa gente. Devono stare in carcere» foto

Il senatore invia la sua solidarietà ai tre militanti del suo partito: «Dobbiamo combattere per ristabilire la libertà: purtroppo spesso la contiguità di questi contesti con la politica, non certo la nostra, ha fatto credere a costoro di essere nel giusto». Gasparri: «Nemmeno l'amministrazione locale ha avuto parole adeguate per condannare questo vile atto»

Più informazioni su

CARRARA – «Esprimo la mia piena solidarietà a Gianni Musetti, Davide Ragini e Stefania Giannini, peraltro quest’ultima anche responsabile dello sportello anti-violenza di Forza Italia di Carrara». Esordisce così il senatore Massimo Mallegni a seguito dell’aggressione, avvenuta a Carrara di fronte a un circolo, ai tre appartenenti a Forza Italia (qui l’articolo). «Nella serata di venerdì questi nostri ragazzi sono stati aggrediti da oltre sessanta persone, presumibilmente di stampo anarchico, per il solo fatto di essere di Forza Italia e con la sola colpa di transitare di fronte al loro circolo a Carrara».

«Atteggiamenti fuori luogo, sbagliati e fuori dal tempo: i modi e sistemi di questa sinistra anarchica, in cui le opinioni altrui vengono contrastate con la violenza, purtroppo non sono ancora sorpassati a Carrara dove ci sono ancora troppi soggetti pericolosi. Siamo stati probabilmente troppo morbidi con questa gente e, per il solo fatto di non esasperare gli animi, troppe volte sono stati lasciati fare – vedi la Casa Rossa a Montignoso. Ma adesso basta: dobbiamo usare il pugno di ferro e spiegare ai cittadini dove stanno le persone oneste e che la libertà non è assolutamente in discussione» prosegue il parlamentare azzurro.

«Dobbiamo infatti combattere ogni giorno per ristabilire questa libertà, anche quando qualcuno vorrebbe far finta che non esista: purtroppo spesso la contiguità di questi contesti anarchici con la politica – non certo la nostra – ha fatto credere a costoro di essere nel giusto. Ebbene noi prendiamo le distanze in maniera indiscutibile e non arretriamo di un centimetro: queste non sono persone che hanno un’opinione diversa dalla nostra, questi sono dei delinquenti che devono stare in carcere e non certo liberi a girare e impedire alle persone di pensare e muoversi liberamente» continua Mallegni fermo nella sua posizione assoluta contro la violenza.

«Nella mia qualità di parlamentare e di coordinatore regionale della Toscana sono vicino a questi tre amici, a tutti gli amici di Forza Italia di Carrara e a tutti coloro che hanno subìto nel tempo violenze da questi malviventi, mascalzoni e farabutti che spero vengano assicurati alla giustizia”, conclude il senatore. «A Gianni, Davide e a Stefania mando un grande abbraccio di amicizia e sostegno e nei prossimi giorni sarò insieme a loro per testimoniare anche fisicamente la mia vicinanza personale e quella di tutta Forza Italia».

E anche il senatore Maurizio Gasparri, componente del Comitato di Presidenza di Forza Italia invia la propria solidarietà ai tre: «A proposito di violenza, quando parte da sinistra non si creano casi eclatanti come avvenuto in altre occasioni. È per questo che voglio solidarizzare fortemente con i militanti Forza Italia aggrediti nelle ultime ore a Carrara. Protagonisti di questa condotta violenta sono stati esponenti dell’ultra sinistra anarchica. Colpisce il silenzio istituzionale che ha accompagnato questa grave vicenda. A quanto mi risulta nemmeno l’amministrazione locale ha avuto parole adeguate per condannare questa vile aggressione. Agli esponenti di Forza Italia vittime di questa violenza piena solidarietà. Ai faziosi che imprecano in alcuni casi è tacciono in altri, una totale commiserazione».

Più informazioni su