Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Cimiteri, Volpi (Iv) replica a Del Nero: «Un’eresia confondere un diritto per un privilegio»

Più informazioni su

CARRARA – “È un’eresia confondere un diritto per un privilegio: Nicola Del Nero farnetica parecchio quando stamani afferma “adesso siamo sempre più convinti che non faremo mai una coalizione con Italia Viva, visto che a livello locale difende Massimiliano Bernardi e i suoi privilegi all’interno del cimitero”. Risponde così Fabrizio Volpi di Italia Viva al segretario di Articolo Uno Nicola Del Nero che, sostiene Volpi, “mostra il  declino e l’erosione della legittimità sociale all’interno del suo partito che dovrebbe essere un partito di sinistra, mentre è  chiaro che i privilegi crescenti di cui, assieme ai suoi, gode da sempre,  vorrebbe continuare a gestirli eccome”.

“Italia Viva – prosegue Volpi – con orgoglio rivendica la presa di posizione pubblica contro l’emissione di un’ordinanza dei grillini che di fatto avrebbe interrotto un servizio pubblico, danneggiando gravemente un’attività dal punto di vista economico. Guarda caso proprio poco prima della ricorrenza dei morti e del Natale che probabilmente, a pensar male,  sembrerebbe un vero e proprio dispetto costruito a tavolino. Nicola Del Nero invece di sparare a zero, accecato dall’odio e dal rancore nella sua guerra personale contro i partiti che ritiene nemici, dovrebbe essere perfettamente consapevole che, quest’anno più che mai, è di fondamentale importanza tutelare il lavoro dei nostri concittadini sia di destra che di sinistra. Nessuno di noi dovrebbe volere che le persone perdano quell’occupazione che da circa trent’anni è stata portata avanti con serietà e sacrificio dalla intestataria della concessione, anche se questa commerciante è la madre del consigliere Massimiliano Bernardi. Italia Viva  sulla stampa teneva a precisare che il sindaco 5 Stelle De Pasquale, emettendo quell’ordinanza di sgombero, aveva agito con miopia se non in malafede, in quanto l’amministrazione non aveva ancora provveduto al posizionamento delle due nuove strutture nell’ex parcheggio esterno. Tra l’altro, non è una considerazione di poco conto, considerato che i grillini avevano osteggiato perché causa di inquinamento ambientale, emissione di veleni etc. il Forno Crematorio, rimangiandosi tutto dopo averlo messo in funzione, ne hanno ricavato utili da capogiro”.

“Quest’anno – conclude l’esponente di Italia Viva – sicuramente si supererà la percentuale dell’80% dei cittadini che sceglieranno la cremazione, per cui va da sé che diminuiranno tutti quei servizi offerti a familiari e parenti dalla categoria dei fiorai che sta già lamentando perdite notevoli a causa della pandemia. Quindi se Del Nero assieme ai suoi alleati 5 stelle non riescono a fare un’analisi critica sulle situazioni oggettive e basano il loro programma elettorale sulle esclusione di partiti della sinistra solo per incrementare odio e vendette personali, vadano da soli per la loro strada”.

 

Più informazioni su