Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«L’ospedale di Fivizzano ha bisogno di potenziare la sua offerta sanitaria»

Vittorio Marini e Patrizio Ferri (Fdi): «Il rischio è che la struttura si configuri come una scatola quasi vuota»

FIVIZZANO – «I rappresentanti della Regione Toscana dovrebbero sapere che l’ospedale di Fivizzano, oltre ai finanziamenti per lavori antisismici e per riorganizzare interamente gli spazi per il personale, ha bisogno anche del potenziamento della sua offerta sanitaria. Altrimenti il rischio è che si configuri come una scatola quasi vuota»

Così Vittorio Marini e Patrizio Ferri, rispettivamente coordinatore e vice coordinatore di Forza Italia a Fivizzano, prendono posizione sulla questione S. Antonio Abate: «Sappiamo che Regione Toscana, senza che il centrosinistra fivizzanese si opponesse realmente e seriamente, ha permesso il depauperamento di tante delle specialità del nostro ospedale. Per questo chiediamo che Fivizzano possa essere collocato fra le strutture destinate a interventi finalizzati al potenziamento e ammodernamento della rete sanitaria ospedaliera e che si preveda la stessa dignità di intervento riconosciuta ad altre zone periferiche e disagiate della Toscana. In proposito è stata presentata, in Consiglio regionale, una mozione da parte di Forza Italia per modificare e superare la risoluzione n.99 approvata nella seduta del Consiglio regionale del 9 giugno 2021, collegata all’informativa della Giunta regionale ai sensi dell’articolo 48 dello Statuto, n.1, relativa al documento preliminare al Programma regionale di sviluppo». Da questo elenco, in cui si prevedono il potenziamento e ammodernamento della rete sanitaria ospedaliera, mancherebbe Fivizzano: «Ma ci sono Montevarchi, Fucecchio, Piombino, S. Marcello Piteglio Versilia, Pontedera, Volterra, Casteldelpiano, Orbetello, Pitigliano, e Poggibonsi. Noi, come al solito, no».